(… e io pago..)

ROMA – E’ deciso! Aumenta del 70% la quota che gli OPI d’Italia sono chiamati a corrispondere alle casse della FNOPI.

L’aumento della Quota, gioco forza, sarà integrata nella quota di Tributo annuo dovuto agli OPI come tassa annuale dagli iscritti.

Infermieri dunque “usati” come un bancomat dalla FNOPI di cui NurseTimes aveva già dato ampia anticipazione (VEDI articolo).

A sancire l’aumento il “Conclave” dei Presidenti degli OPI d’Italia tenutosi l’altro ieri a Roma.

Rileviamo tuttavia la contrarietà espressa dai seguenti OPI che hanno votato contro l’aumento:

Ancona, Barletta Andria Trani, Bari, Fermo, Firenze-Pistoia, Gorizia, Lecce, Lucca, Messina, Nuoro, Perugia, Reggio Calabria, Rieti, Trieste, Vercelli, Como, Rimini. Sono circa 10 gli OPI che hanno disertato la seduta del Consiglio Nazionale.

… eppur qualcosa si muove …

Salvatore Petrarolo

La FNOPI mette le mani in tasca agli Infermieri Italiani
Emissione dei Green Pass: Enpapi chiede al Ministero della Salute di abilitare subito gli infermieri liberi professionisti al rilascio in autonomia
ISS: tasso di mortalità nei NoVax 45 volte più alto di chi ha fatto la terza dose di vaccino contro il Covid-19
Il giudice reintegra infermiera no-vax: l’asl farà ricorso
La dott.ssa Lainò presenta la tesi sull’assistenza Infermieristica al paziente con invaginazione intestinale
L’articolo La FNOPI mette le mani in tasca agli Infermieri Italiani scritto da Salvatore Petrarolo è online su Nurse Times.