NurseTimes è l’unica Testata Giornalistica Sanitaria Italiana (Reg. Trib. Bari n. 4 del 31/03/2015) gestita da Infermieri, quotidiano divenuto punto di riferimento per tutte le professioni sanitarie

Sono numerose le tesi di laurea che arricchiscono il nostro progetto editoriale denominato NeXT che permette ai neolaureati in medicina, infermieristica e a tutti i professionisti della sanità di poter pubblicare la propria tesi di laurea sul nostro portale (redazione@nursetimes.org). 

Ogni pubblicazione su NurseTimes è spendibile nei concorsi e avvisi pubblici.

Gentile Direttore di NurseTimes,

mi chiamo Simona Traficante e sono un’infermiera dal 2020.

Venuta a conoscenza della Vostra iniziativa in merito all’eventuale pubblicazione delle tesi di laurea degli studenti delle professioni sanitarie, avrei piacere di presentarVi la mia tesi sperimentale di laurea in infermieristica, dal titolo “Studio sulla necessità della creazione di flussi post triage per supportare l’efficacia e l’efficienza del sistema di triage numerico”.

Abstract

Il triage è una delle molteplici competenze dell’infermiere di Pronto soccorso e consiste in una rapida valutazione della condizione clinica dei pazienti e del loro rischio evolutivo attraverso l’attribuzione di codici volta a definire la priorità di trattamento. E’ necessario che il triage sia univoco e oggettivo, per questo sono necessari protocolli e linee guida. L’Italia si sta uniformando a quasi gran parte del mondo, traslando dal codice di priorità colore, al codice numerico con l’entrata in vigore del nuovo manuale regionale triage intra-ospedaliero modello Lazio a cinque codici.

Obiettivo: lo studio vuole dimostrare la necessità di creare dei flussi post triage: percorsi dedicati per lo specifico evento in oggetto. Questi hanno lo scopo di ridurre la permanenza del paziente nella sala d’attesa, la possibilità di essere visitati direttamente dallo specialista, ridurre la possibilità di rischio evolutivo delle condizioni di salute del paziente essendo trattato con immediatezza.

Materiali e Metodi: ho raccolto gli accessi al DEA del Policlinico Umberto I durante un periodo di internato dal 24 gennaio al 3 marzo 2020 ed ho studiato questi campioni, analizzando i tempi che intercorrono tra l’accettazione e la visita, confrontandoli con i tempi previsti dal manuale e dividendo i pazienti secondo uno schema di flussi.

Risultati: ho evidenziato che i tempi d’attesa sono dilatati rispetto a quelli previsti da manuale.

Conclusioni: si può affermare che sia necessaria la creazione dei flussi per ridurre i tempi di permanenza, garantire la visita dallo specialista, diminuire il rischio di evoluzione delle condizioni di salute.

Simona Traficante

Allegato

Tesi “Studio sulla necessità della creazione di flussi post triage per supportare l’efficacia e l’efficienza del sistema di triage numerico”

La dott.ssa Traficante presenta la sua tesi infermieristica sperimentale
Super Oss, Germana infermiera “se gli studenti che si iscriveranno all’università, saranno sempre meno, non chiedetevi il perché”
Nursing Up De Palma “Non possiamo pensare di sostituire gli infermieri con figure che non possiedono la medesima qualifica”
Evento Ecm gratuito (39 crediti) per infermieri “La Legge N.24/2017 nella Prassi Sanitaria” d. Legge Gelli-Bianco
Ospedale “Sacra Famiglia” Fatebenefratelli – di Erba (CO): concorso pubblico per 17 infermieri. Gruppo Telegram e corso gratuito
L’articolo La dott.ssa Traficante presenta la sua tesi infermieristica sperimentale scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.