A stabilirlo l’Osservatorio regionale sulla qualità della formazione sanitaria in seguito a una visita di audit

Firenze, 20 luglio 2022 – La Regione Toscana ha accreditato l’Ordine delle Professioni infermieristiche interprovinciale Firenze Pistoia come provider ECM standard.

Il passaggio di accreditamento da provvisorio a standard è stato possibile in seguito a una visita di audit da parte dell’Osservatorio regionale sulla qualità della formazione sanitaria che ha tenuto conto del possesso di tutti i requisiti, ma anche della quantità e della qualità delle attività formative.

L’accreditamento di un Provider è infatti il riconoscimento da parte di un’istituzione pubblica che un soggetto è attivo e qualificato nel campo della formazione continua in sanità. Pertanto l’Ordine è abilitato a realizzare attività formative riconosciute idonee per l’ECM individuando ed attribuendo direttamente i crediti ai partecipanti. L’accreditamento standard ha una durata di 4 anni (a differenza di quello provvisorio, valido 12 mesi).

Tra i requisiti rispettati, come da verbale redatto dall’Osservatorio regionale sulla qualità della formazione sanitaria ci sono anche la corrispondenza delle informazioni sul portare e la reale collocazione del provider, la pregressa esperienza in attività didattico/formative in capo sanitario,  l’affidabilità economico finanziaria, la disponibilità di sedi, strutture e attrezzature necessarie, l’informatizzazione del processo di formazione.

Redazione NurseTimes

Ostia, infermiere trovato senza vita in ospedale: aveva una flebo al braccio. Si ipotizza il suicidio
Infermieri. Opi Firenze-Pistoia accreditato come provider standard per la formazione Ecm
Obbligo formativo in sanità, “Nessuna proroga e sanzioni per chi non sarà in regola”
Esenzione dal ticket sanitario: Consiglio di Stato equipara inoccupati a disoccupati
L’ecocolordoppler: cos’è, a che serve e come funziona
L’articolo Infermieri. Opi Firenze-Pistoia accreditato come provider standard per la formazione Ecm scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.