L’introduzione di questa figura è al centro di un’ordine del giorno presentato all’Ars.

È stato depositato all’Assemblea regionale siciliana un ordine del giorno a firma dell’onorevole Stefano Pellegrino, presidente della Commissione Affari istituzionali all’Ars, con il quale si impegna il Governo regionale a considerare l’inserimento dell’infermiere scolastico in tutte le scuole siciliane.

“Una necessità dettata non solo dal contesto pandemico che stiamo vivendo – afferma Pellegrino -. La garanzia di un pronto intervento in loco, che monitori la salute di studenti affetti da altre patologie, ritengo che sia un’iniziativa da condividere. Penso al diabete mellito di fase 1 o all’epilessia, solo per citarne alcune. Già a Marsala, i consiglieri Flavio Coppola e Giovanni Sinacori del movimento civico Noi Marsalesi, di cui sono fondatore e rappresentante, hanno elaborato, con apposito emendamento al DUP (Documento Unico di Programmazione) 2019, la proposta in ambito comunale. Diverse infatti sono le segnalazioni da parte di genitori che lamentavano l’assenza di figure specifiche all’interno delle strutture scolastiche di ogni livello. Figure che sono contemplate e previste sia a livello internazionale che a livello nazionale, come ha fatto la Regione Lazio. Per tale motivo ho chiesto al Governo Musumeci di allinearci, adottando un provvedimento che possa garantire tale servizio di pubblica utilità, a tutela di bambini e ragazzi”.

Redazione Nurse Times

L’articolo Infermiere scolastico: la Sicilia ci pensa scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.