Il primo hotel a misura di non vedente della regione Marche è stato inaugurato pochi giorni fa  San Benedetto del Tronto.

Si tratta di una strutta “accessibile a tutti”, dotati di percorsi vocalizzati che attraverso lo smartphone possono guidare i turisti non vedenti all’interno dell’Hotel Bolivar, che quest’anno ha compiuto il suo 50° compleanno.

Il progetto “Damaso” è stato così intitolato in onore del figlio 29enne dei proprietari, laureato in Language, Society and Communication, non vedente dalla nascita.

Si pone come messaggio quello di far comprendere quanto sia importante offrire accoglienza anche a turisti che presentano disabilità. La struttura è stata riadattata all’esigenze dei non vedenti grazie alla collaborazione dell’Unione italiana Ciechi e Ipovedenti di Ascoli Piceno e Fermo.

Al suo interno sono presenti mappe tattili in braille per orientarsi sui diversi piani; televisori, ascensori e climatizzatori utilizzabili attraverso comandi vocali; stanze e spazi privi di barriere architettoniche accessibili anche in carrozzina. Le dispense e gli armadi sono tutti sospesi ed i lavandini regolabili e dotati di tutti i confort necessari.

Simone GussoniL’articolo Inaugurato nelle Marche l’hotel a misura di ciechi ed ipovedenti scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.