Il primo ministro bulgaro Boyko Borissov ha rivelato che un nuovo contratto per la fornitura di vaccini che l’Unione europea sta concordando con Pfizer-BioNTech a partire dal 2022 avrà un prezzo notevolmente aumentato. La notizia è riportata da Reuters.

Borissov ha detto che l’UE stava negoziando il nuovo contratto al prezzo di 19,5 euro (23,22 dollari) per dose. “I prezzi stanno aumentando rapidamente”, ha detto il ministro durante un viaggio in un villaggio nel sud della Bulgaria.

“Il (prezzo) di Pfizer era di 12 euro, poi aumentato a 15,5 euro. Ora per il 2022 e il 2023 vengono firmati i contratti dell’Unione Europea per 900 milioni di vaccini, ma già al prezzo di 19,5 euro”, ha affermato il ministro.

Un funzionario dell’UE coinvolto nei colloqui con i produttori di vaccini ha confermato il prezzo citato da Borissov per il nuovo contratto, ma ha detto che i negoziati non sono stati ancora conclusi.

In Toscana gli Oss fanno gli infermieri: la denuncia del Migep
PUGLIA: piano vaccinazioni AVANTI TUTTA
Il primo ministro bulgaro denuncia l’aumento del prezzo del vaccino di Pfizer
Trentino posticipate seconde dosi AstraZeneca e Pfizer
Seconda dose vaccino AstraZeneca con altri vaccini: al via la sperimentazione
L’articolo Il primo ministro bulgaro denuncia l’aumento del prezzo del vaccino di Pfizer scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.