L’ex calciatore e attuale allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic ha voluto parlare della propria delicata situazione di salute in una conferenza stampa che si è tenuta a nella sala stampa dello stadio “Dall’ara”:

“In questi quattro mesi difficili ho conosciuto medici straordinari, infermieri che mi hanno curato, supportato e sopportato, perche’ so di avere un carattere forte, a volte difficile, ma sono stati meravigliosi con me. Ho capito subito di essere nelle mani giuste, senza di loro non avrei potuto fare questo percorso che secondo me e’ andato molto bene”. 

Sinisa ha voluto fare il punto sulle sue condizioni di salute pochi giorni dopo il trapianto di midollo osseo a cui si è sottoposto.

“In questi 4 mesi ho pianto e non ho più le lacrime. Mi sono rotto le palle di piangere”. 

Queste parole sono giunte in risposta a quelle di Michele Cavo, primario di Ematologia, che aveva detto che “le lacrime sono catartiche”, commentando il momento di commozione appena vissuto dal tecnico.

Simone GussoniL’articolo “Ho conosciuto medici e infermieri straordinari ed ho capito subito di essere nelle mani giuste” scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.