”Gentile Direttore di Nurse Times

In questi giorni gira un appello a sostegno del Ministro della Salute Roberto Speranza. Da infermiere, da Rsu Cgil, da comunista, da sinistra…… IO NON STO CON ROBERTO SPERANZA

Speranza, attaccato dalle destre tutti i giorni potrebbe sembrare un paladino di politiche sanitarie di sinistra, ma così non è…… la lettura dell’appello #iostoconroberto mi lascia molto perplesso perché non si limita a solidarizzare rispetto a una campagna demagogica della destra.Viene esaltato l’operato del ministro, come se avesse fatto tutto bene. Una cosa è solidarizzare con un ministro oggetto di una campagna strumentale denigratoria, in questo caso solidarizzo con la persona…. altro è fare di Speranza un grande ministro della sanità.

È il ministro che sullo scandalo del mancato aggiornamento del piano pandemico è stato completamente latitante, e ricordiamoci che c’è una inchiesta in corso della procura di Bergamo, che oggi Annunziata (la giornalista di “sinistra”) ha affermato nell’intervista al ministro Speranza, che stanno facendo con “un eccesso di senso del dovere”.

È il ministro che con Conte e la giunta lombarda fascio – leghista ha deciso di non fare la zona rossa nei comuni del bergamasco, insieme alla Confidustria. Dove sarebbero poi le scelte per il rilancio del ruolo della sanità pubblica? Ha forse cambiato qualcosa per ristabilire il primato della sanità pubblica su quella privata.

Quali finanziamenti sono stati fatti per rilanciare la sanità territoriale, le case della salute, potenziare l’infermiere di famiglia e di comunità.

Quali proposte e soluzioni sono state intraprese per il personale sanitario, medico e infermieristico sempre più al collasso, con un aumento dei carichi di lavoro sempre più massacrante, senza avere un degno riconoscimento professionale ed economico.

Quali azioni sono state intraprese contro Big Pharma, detentori dei brevetti per fare una campagna vaccinale democratica, dove ci siano vaccini per tutti contro ogni profitto.

Siamo di fronte al solito attacco della destra a persone che di sinistra non hanno niente e si fa quadrato intorno a loro, ma poi alla fine le politiche che i due schieramenti fanno sono comunque liberiste…

Continuo a pensare che di centro sinistra in questo governo non ci sia niente, anche il silenzio dei sindacati ormai è diventato mutismo selettivo.

Non bisogna aver paura di criticare un governo con dentro partiti come il PD e il partitino di Speranza che stanno collaborando nel governo Draghi con personaggi come Salvini, Berlusconi ecc. Con tutti i morti che il Covid ha provocato, con la Pandemia che ha messo in risalto 20 anni di distruzione della sanità pubblica fatta dalle destre e dal centro sinistra, è ora di dire basta, bisogna creare una vera alternativa di sinistra.”

Giuseppe Saragnese Infermiere Asst-pg23 Bergamo

Ultimi articoli pubblicati

Ovada (Alessandria), due morti in una casa di riposo per aver ingerito detergente: indagata oss
Autismo, studio canadese: “Nessuna associazione con analgesia epidurale”
Scudo Penale e obbligo vaccinale per gli operatori: le parole di Filippo Anelli (Fnomceo) in audizione al Senato
Sardegna, M5S contro la ricerca di medici e infermieri vaccinatori a titolo gratuito
Giuseppe, infermiere “Io non sto con Speranza”
L’articolo Giuseppe, infermiere “Io non sto con Speranza” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.