Il sindacalista, da noi interpellato, parla di attacco alla sua persona e teme un provvedimento disciplinare. Vita Spagnuolo, presidente di Opi Matera, si riserva invece di rilasciare una dichiarazione dopo il 9 giugno, giorno dell’audizione.

“Oggi è la Giornata internazionale dell’infermiere, ma non mi sento rappresentato da Opi Matera. Oggi in piazza non sono rappresentati tutti gli infermieri perché questo è un direttivo illegittimo”. A seguito di questo post, pubblicato su Facebook lo scorso 12 maggio, appunto in occasione della Giornata internazionale dell’infermiere, Gianni Sciannarella (foto), segretario di Fials Matera, ha ricevuto una convocazione da parte di Opi Matera, Ordine professionale al quale è iscritto.

Dura la reazione del sindacato, manifestata attraverso un comunicato stampa nel quale si legge: “Il sindacato Fials di Matera esprime tutta la propria vicinanza e solidarietà al suo segretario Gianni Sciannarella per un plateale tentativo di intimidazione da parte del presidente di Opi Matera.

E ancora: “Dopo la recentissima affermazione di pieno successo alle ultime elezioni Rsu (primo sindacato aziendale), il segretario Sciannarella viene sottoposto a procedimento disciplinare dal presidente Opi per aver osato criticare il direttivo Opi su Facebook in occasione della Giornata dell’Infermiere, nell’interesse e a tutela della professione infermieristica. Come se il diritto di critica sindacale e di libera espressione del proprio pensiero non esistesse per Sciannarella, al quale viene messo il bavaglio”.

Conclude la nota sindacale: “Sottoposto a procedimento disciplinare, risponderà il giorno 9 giugno 2022, quando è stato convocato per l’audizione. Il sindacalista che vuole esprime liberamente il proprio pensiero nei confronti dell’Ordine di Matera (senza denigrare e senza mai offendere la dignità o il buon nome di nessuno), d’ora in avanti NON PUÒ PIÙ FARLO per la presidente Opi, soprattutto se si tratta di Gianni Sciannarella. Questa è una grave ingiustizia”.

Ma perché Sciannarella considera “illegittimo” il direttivo di Opi Matera? Lo abbiamo chiesto direttamente a lui, che già nell’aprile 2021 ci aveva scritto per segnalare la procedura a suo dire “poco corretta” con cui si erano svolte le elezioni, risalenti al 2020, per il rinnovo del consiglio direttivo dell’Ordine.

“In quell’occasione – ricorda il segretario di Fials Matera, tornando indietro di due anni – avevamo cotestato le operazioni elettorali, chiedendone la ripetizione in quanto, a nostro parere, il consiglio direttivo si era praticamente autoeletto, contando sui voti di pochi intimi. Sì, perché la convocazione per le elezioni era avvenuta mediante una comunicazione a dir poco carente sul piano formale: nessun avviso pubblicato sul sito dell’Opi e nessuna Pec inviata ai singoli iscritti; solo un invito massivo spedito con Poste Italiane. Un invito che molti infermieri hanno ricevuto addirittura due mesi dopo le elezioni. Va da sè che tantissimi infermieri, non essendo stati adeguatamente informati, non hanno potuto partecipare alle votazioni. Senza contare che alla nostra lista non è stata data la possibilità di candidarsi”.

Sciannarella è un fiume in piena e chiama in causa anche la Fnopi: “Anche la Federazione nazionale, all’epoca, espresse dubbi sulla legittimità delle modalità di convocazione, salvo poi tirarsi indietro e dichiarare di non poter intervenire in merito perché un eventuale ricorso andrebbe proposto direttamente al ministero della Salute”.

Il sindacalista ha da ridire inoltre sulla manifestazione in piazza organizzata per la Giornata internazionale dell’infermiere e alla quale fa riferimento nel suo post su Facebook: “Anche in quel caso Opi Matera non ha comunicato nulla ai propri iscritti, negando così a molti di loro la possibilità di partecipare”. E chiude con una considerazione personale sulla sua convocazione da parte dell’Ordine: “Si tratta di un attacco alla Fials e me in particolare. Sinceramente non so cosa aspettarmi. Spero di non essere sottoposto a un provvedimento disciplinare”.

Sulla vicenda preferisce invece non esprimersi Vita Spagnuolo (foto), presidente di Opi Matera, che ha gentilmente risposto alla nosta chiamata, riservandosi però di rilasciare un commento dopo il 9 giugno, data fissata per l’audizione di Sciannarella. Per il momento si limita a precisare che quella inviata al segretario di Fials Matera “è solo una lettera di convocazione” e che “spetterà al consiglio direttivo decidere se e quali provvedimenti adottare”.

Redazione Nurse Times

Gianni Sciannarella (Fials Matera) convocato dall’Opi per le sue critiche social al consiglio direttivo. Duro commento del sindacato: “Vogliono metterci il bavaglio”
Infermieri: tutto quello che c’è da sapere sull’obbligo ECM triennio 2020 – 2022
Corso Ecm: “Infermiere di famiglia e di comunità – Il futuro dell’assistenza domiciliare”
“OPI BT on air: manovre disostruttive nell’adulto, bambino e lattante”
Rinnovo contratto Sanità: le proposte della Fials

L’articolo Gianni Sciannarella (Fials Matera) convocato dall’Opi per le sue critiche social al consiglio direttivo. Duro commento del sindacato: “Vogliono metterci il bavaglio” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.