Le indagini, appena concluse, riguardano anche una persona che avrebbe organizzato e gestito corsi di formazione professionale in maniera irregolare.

Si sono concluse le indagini a carico di tre medici dell’ospedale di Fiorenzuola (Piacenza), di tre pazienti e di una persona che avrebbe organizzato e gestito corsi di formazione professionale in maniera irregolare. Adesso si aspetta la decisione del gip sull’eventuale rinvio a giudizio. Le accuse formulate a vario titolo sono quelle di truffa nei confronti dell’Asl, false attestazioni e peculato (contestato in due episodi).

Le indagini a carico dei tre medici, condotte dalla guardia di finanza insieme alla polizia locale di Piacenza, riguarderebbero irregolarità amministrative nella gestione dei programmi di cura per alcune persone. I professionisti avrebbero infatti visitato privatamente tre pazienti in ospedale (a loro volta indagati), utilizzando anche strumentazioni, ma in orario di servizio, e chiedendo alla fine il pagamento in nero. Sarebbero inoltre accusati di aver redatto falsi certificati di malattia, senza che il richiedente ne avesse diritto né bisogno.

Redazione Nurse Times

L’articolo Fiorenzuola (Piacenza), visite private pagate in nero e falsi certificati: sotto accusa medici e pazienti scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.