PERUGIA, 02 NOV – Fermata per avere cercato di sottrarre un paio di scarpe in un negozio, una donna si è giustificata con i carabinieri della compagnia di Assisi sostenendo che non si rendeva conto delle proprie azioni a causa della dose di vaccino anti-Covid somministrata poche ore prima.    Lo riferiscono gli stessi militari che l’hanno denunciata a piede libero per furto.

La donna è stata vista aggirarsi all’interno nel negozio provandosi varie scarpe in mostra. L’atteggiamento ha però insospettito gli addetti ai controlli dell’esercizio commerciale, che hanno chiamato i carabinieri. Dagli accertamenti è quindi emerso che tra una prova e l’altra, la signora aveva nascosto un paio di scarpe nella borsa, per poi cercare di uscire dal negozio, facendo però scattare l’allarme dell’antitaccheggio.

Giunta alla sua auto è stata fermata e controllata dai carabinieri, che l’hanno accompagnata in caserma e denunciata. Interrogata sul perché avesse compiuto tale gesto, ha riferito di non essersene resa conto per il vaccino.

Redazione Nurse Times

Fonte: Ansa
L’articolo Fermata dai carabinieri per il furto delle scarpe: da la colpa al vaccino contro il Covid-19 scritto da Dott. Simone Gussoni è online su Nurse Times.