Riguarda migliaia di medici, veterinari, odontoiatri, studenti, futuri infermieri e ostetrici.
“Oggi abbiamo sancito un Accordo Stato-Regioni importante, perché definisce il fabbisogno del Servizio sanitario nazionale per l’anno accademico 2019-2020, relativo alle diverse professioni sanitarie”. Lo ha dichiarato il vicepresidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Giovanni Toti (presidente della Regione Liguria).
“Si tratta – ha spiegato Toti – di oltre 13mila futuri medici, veterinari e odontoiatri, più di 16mila futuri infermieri e ostetrici, oltre 12mila studenti, che saranno impegnati nelle aree della riabilitazione, tecnico diagnostica, tecnico assistenziale, prevenzione, oltre a futuri farmacisti, biologi, chimici, fisici e psicologi”.
Per arrivare all’Accordo si è partiti dalle richieste di fabbisogno fornite dalle Regioni e dalle federazioni nazionali di ordini, collegi e associazioni, a cui ha fatto seguito una fase di consultazione con tutti gli stakeholder nel corso di diversi incontri tecnici. Un confronto che ha comunque portato a una sostanziale identità di vedute tra i ministeri coinvolti e le Regioni.
Redazione Nurse Times
Fonte: www.regioni.it
Consulta le tabelle estratte dall’Accordo Stato-Regioni sul fabbisogno per il Ssn (suddiviso per Regioni)
 
L’articolo Fabbisogno di professioni sanitarie: via libera all’Accordo Stato-Regioni scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.