Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della Vicepresidente dell’ENPAPI, Giovanna Bertoglio, a proposito della vicenda giudiziaria che ha coinvolto il Presidente ed il Direttore Generale (VEDI)
“Desideriamo rassicurare gli iscritti all’ENPAPI (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione Infermieristica) che l’Ente continua ad essere pienamente operativo, svolgendo ogni attività in base alle esigenze degli associati.
Attendiamo con fiducia che la magistratura faccia il suo corso, auspicando che l’esito del lavoro di indagine possa accertare l’estraneità dei fatti oggi contestati ai vertici dell’Ente”, concludela Vicepresidente dell’ENPAPI, Giovanna Bertoglio.
Secondo l’accusa, gli arrestati (l’imprenditore, un avvocato e un commercialista) avrebbero pagato numerose mazzette ai vertici dell’Ente (presidente Schiavon e il direttore generale  Bernardini), in cambio di incarichi di consulenza conferiti loro dalle società di gestione dei fondi ove l’Ente previdenziale ha investito, ruoli che hanno fruttato compensi professionali per circa 50 milioni dal 2012.
Tra le operazioni sotto indagine anche operazioni di compravendita immobiliare fittizia, consulenze “d’oro” e varie utilità tra cui lavori di ristrutturazione in un appartamento e anche un biglietto aereo per due persone per assistere alla finale di Berlino di Champions League del 2015 tra Barcellona e Juventus.
I reati contestati sono corruzione e false fatture. Le indagini sono partite da una segnalazione all’Uif della Banca d’Italia che ha avviato un’analisi finanziaria antiriciclaggio dei finanzieri.
La Finanza ha eseguito anche diverse perquisizioni in vari studi professionali e aziende interessati dalla vicenda e ha sequestrato denaro, beni mobili ed immobili per 350mila euro.
Anche la Presidente della FNOPI, dott.ssa Mangiacavalli è intervenuta sulla vicenda (VEDI).
 
Redazione NurseTimes
 
L’articolo Enpapi, le dichiarazioni della vicepresidente. Altri dettagli dell’accusa scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.