Un’infermiera di Reggio Calabria sta ora lottando tra la vita e la morte dopo che l’ex marito, con numerosi precedenti penali e attualmente agli arresti domiciliari, ha tentato di ucciderla dando fuoco all’automobile nella quale si trovava.
L’agguato è avvenuto ieri mattina, alle ore 8.40. Ciro Russo, sapendo che la donna avrebbe portato al Liceo Artistico la figlia in mattinata, l’ha speronata con la sua vettura gettando poi un liquido infiammabile sulla macchina dell’infermiera.
Ciro Russo, in fuga dopo il tentato omicidioL’uomo ha premeditato il femminicidio: ha percorso circa 400 chilometri per mettere in atto il suo piano, portando con sé il materiale infiammabile necessario. 
Dopo aver visto la moglie uscire dal veicolo avvolta dalle fiamme, l’uomo si sarebbe dato alla fuga e sarebbe tuttora introvabile. il pregiudicato è a bordo di una Hyundai i30, colore grigio scuro, targata FF685FW. È tuttora ricercato dalle Forze dell’Ordine che stanno battendo tutte le zone nelle vicinanze di Reggio Calabria.
L’auto del fuggitivoLa Questura ha anche diramato un suo identikit: è un uomo robusto, alto circa 1,90 m, con occhi marroni e capelli brizzolati.
 
La donna è stata immediatamente soccorsa e trasportata in gravissime condizioni presso il Centro Grandi Ustioni di Brindisi: presenta ustioni sul 70% del suo corpo.
Simone Gussoni
L’articolo È un’infermiera la donna arsa viva a Reggio Calabria dall’ex marito: l’uomo è ancora in fuga scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.