Dal 3 al 6% di tutti i neonati alla nascita richiede il supporto della ventilazione manuale per iniziare a respirare.

La ventilazione è una delle più importanti ed efficaci manovre eseguite durante la rianimazione neonatale.

Se il neonato non presenta una respirazione spontanea adeguata e una frequenza cardiaca uguale o maggiore a 100 b/m entro 1 minuto dalla nascita è necessario iniziare la ventilazione a pressione positiva (PPV).

L’ipoventilazione ma anche l’iperventilazione possono danneggiare seriamente i polmoni e il cervello del neonato, purtuttavia la PPV è uno degli interventi meno controllati che si svolgono in sala parto perché i volumi somministrati sono raramente monitorati.

I volumi erogati (Volume Tidal e Volume Minuto), quindi, devono essere attentamente valutati dal personale insieme ad altri parametri ventilatori (Pressione di Picco, PEEP, Frequenza Respiratoria e Tempo Inspiratorio).

E’ raccomandato, quindi, l’utilizzo di monitors respiratori (Florian, Monivent, ecc…) per il controllo anche del volume sia nel caso in cui si utilizzi un pallone auto-insufflante o flusso-dipendente che sistemi T-piece resuscitator, come Neo Puff, Inspire r-PAP e Neo-Tee.

Nei casi in cui, durante le manovre rianimatorie, si debba far ricorso alla ventilazione invasiva sarebbe, comunque, più vantaggioso avere a disposizione, in Sala Parto, un ventilatore meccanico neonatale.

Un ultimo aspetto da considerare, ma non ultimo per importanza, durante la gestione respiratoria del neonato alla nascita, è il condizionamento e l’umidificazione dei gas per il mantenimento della temperatura corporea del neonato e il rispetto dell’integrità della mucosa tracheo-bronchiale, aspetti che riducono significativamente l’incidenza di IVH grave e il rischio di infezioni respiratorie, come evidenziano diversi studi.

Autori: Benedetta Sasanelli, Masciopinto Teresa, Pinto Chiara & Tramacere Valentina

Riferimenti

Guinsburg, R. et al. (2018) ‘T-piece versus self-inflanting bag ventilation in preterm neonates at birth’ Arch Dis Child Fetal Neonatal, vol. 103, no. 1, F49-F55.McGroy, L., et al. (2018) ‘A Randomized Trial of Conditioned or Unconditioned Gases for Stabilizing Preterm Infant at Birth’, vol. 193, pp.47-53.Meyer, M.P. et al. (2015) ‘Initial respiratory support with cold, dry gas versus heated humidified gas and admission temperature of preterm infant’ J Pediatr., vol. 166, no. 2, pp. 245-50.Szyld, E., et al. (2014) ‘Comparison of devices for newborn ventilation in the delivery room’ J Pediatr. , vol.165, no. 2, pp. 234-239. Immagine tratta da www.youtube.com

Ultimi articoli pubblicati

Ernia del disco: sintomi e trattamenti. Quando intervenire chirurgicamente?
Pronto soccorso di Corigliano Rossano: dieci infermieri in malattia contemporaneamente
Codice rosa: approccio infermieristico al triage di pronto soccorso
Dispositivi per CPAP/PEEP e PPV in Sala Parto e l’importanza del controllo del volume erogato al neonato
Obbligo vaccinale, 300 sanitari lombardi “no vax Covid-19” fanno ricorso al Tar
L’articolo Dispositivi per CPAP/PEEP e PPV in Sala Parto e l’importanza del controllo del volume erogato al neonato scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.