Riceviamo e pubblichiamo l’ennesima segnalazione disciplinare a carico della dott.ssa Barbara Balanzoni, medico anestesista iscritto all’ordine dei medici di Venezia inviata al Vice Ministro della Salute, al Presidente FNOMCeO e alla Presidente FNOPI

Secondo la denuncia presentata dal dott. Mauro Di Fresco, la dott.ssa “…si è macchiata dell’ennesima infrazione deontologica che, però, la Federazione dei Medici continua ad ignorare nell’ottica di una politica di intolleranza diretta esclusivamente verso gli infermieri ma mai contro i medici. Le gravissime esternazioni che, recentemente, sono state proferite dalla Balanzoni, riguardano asseriti complotti sulla vaccinazione antiCovid”.

Il dott. Di Fresco si riferisce ad alcune dichiarazioni rese dalla Balanzoni in un video diffuso su internet

“Apriamo e chiudiamo una breve parentesi perché è stato pubblicato oggi, o almeno io l’ho letto oggi, che la società Merck abbandona la strada del vaccino e sostiene che sia più efficace contrarre il virus e guarire. Leggo: «I vaccini generano una risposta inferiore del sistema immunitario rispetto al virus. Il produttore di vaccini Merck ha abbandonato lo sviluppo di due vaccini contro il coronavirus, affermando che dopo approfondite ricerche si è concluso che le iniezioni offrivano meno protezione rispetto alla semplice contrazione del virus stesso e allo sviluppo di anticorpi.

L’azienda ha annunciato che i due vaccini erano ben tollerati dai pazienti sottoposti al test, hanno generato una risposta del sistema immunitario inferiore rispetto all’infezione naturale», cioè quella originaria presa normalmente dal virus, e «La società ha dichiarato che invece si concentrerà sulla ricerca di farmaci terapeutici. I farmaci mirano a proteggere i pazienti dai danni di una risposta immunitaria iperattiva al virus”.

Secondo Di Fresco “La Balanzoni, che ricordiamo è un medico, ha tratto questa fake da un blog amatoriale denominato “Neovitruvian” che spera in un Nuovo Ordine Mondiale e che ha pubblicato l’esatta notizia riportata dalla Balanzoni il 26 gennaio 2021. Il blog Neovitruvian ha ripreso la fonte della notizia sul sito Summit.news che però afferma tutt’altro: “In these studies, both V590 and V591 were generally well tolerated, but the immuneresponses were inferior to those seen following natural infection and those reported forother SARS-CoV-2/COVID-19 vaccines. Merck continues to advance clinical programs and toscale-up manufacturing for two investigational medicines, MK-7110 and MK-4482(molnupiravir); molnupiravir is being developed in collaboration with Ridgeback Bio”. L’affermazione “Says It’s More Effective To Get The Virus And Recover”, riportata poi in italiano dal sito complottista, risulta del tutto fuorviante. La rinuncia riguarda la sperimentazione dei vaccini V590 e V591 della stessa Merck, che non soddisfa le richieste stesse della società rispetti a quelli di Pitzer e Moderna, preferendo dunque concentrare i propri sforzi nella sperimentazione di due candidati farmaci per trattare i malati, MK7110 e Molnupiravir (MK-4482).

Da nessuna parte del comunicato si sostiene che sia meglio contrarre il virus e guarire. L’articolo di Summit.news, considerato di estrema destra e promotore di teorie del complotto, era già stato contestato il 28 gennaio 2021 dal quotidiano UsaToday che riportava la falsità della narrativa portata avanti dal sito originario, fonte dell’informazione poi riportata da Neovitruvian e successivamente dalla dottoressa Barbara Balanzoni.

In nessun caso la casa farmaceutica Merck ha dichiarato che sia meglio contrarre il virus e guarire piuttosto che puntare sui vaccini. La società ha rinunciato a proseguire la sperimentazione dei candidati per i vaccini di sua realizzazione, non di tutti in generale, visto lo scarso risultato ottenuto, ricordando però che la lotta contro il virus verrà proseguita attraverso la sperimentazione di due farmaci per curare i malati.

In conclusione, si chiede per l’ennesima volta, idonei e dirimenti provvedimenti disciplinari nei confronti della Sig.ra Barbara Balanzoni, in quanto non è ammissibile e tollerabile che un medico iscritto allo stimatissimo Ordine Professionale, divulghi informazioni false e fuorvianti, attribuendo fatti non veri a case farmaceutiche che si impegnano nella lotta contro il virus Covid e tali da indurre timore e false aspettative e false credenze sulla popolazione che si affida alle informazioni diffuse da un medico.

Questa Associazione continua a non comprendere per quale motivo si protegga tenacemente e temerariamente un simile soggetto che ogni giorno ne combina una peggio dell’altra. Sperando di essere informati dalle SS.LL. di quale limite di sopportazione dovremo attenderci dalle esternazioni della Balanzoni”, conclude la nota di denuncia.

Il video della Balanzoni

Redazione NurseTimes

Ultimi Articoli Pubblicati

Dal Cep tre proposte per un’Unione Europea della salute
Di Fresco (AADI) “ennesima segnalazione disciplinare per Balanzoni” sul complotto Covid
Coronavirus, addio all’infermiera triestina Serena Pockar: il ricordo di marito e colleghi
ASP Catania: concorso per 6 dirigenti delle professioni sanitarie
Altamura (Bari), in Area Covid spunta l’Albero della Vita

L’articolo Di Fresco (AADI) “ennesima segnalazione disciplinare per Balanzoni” sul complotto Covid scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.