Il lavoro è stato condotto da ricercatori dell’ospedale San Gerardo di Monza.

Da uno studio dell’ospedale San Gerardo di Monza, condotto tra marzo 2020 e marzo 2021 e pubblicato su Plos One, emerge che il casco Cpap può essere utilizzato con efficacia anche dalle donne incinte positive a Covid-19 e a rischio di finire in terapia intensiva. Il lavoro, realizzato dai medici di Pneumologia e Terapia intensiva in collaborazione con l’Ostetricia della Fondazione Monza e Brianza, ha analizzato questa particolare categoria di pazienti perché finora i dati disponibili erano pochi.

Il 66% delle donne arruolate nello studio ha mostrato la necessità dell’ossigenoterapia, mentre il 24% ha richiesto l’applicazione del casco Cpap. Le diecipazienti che si sono sottoposte a Cpap hanno mostrato “un significativo miglioramento dell’ossigenazione e il presidio è stato ben tollerato in tutti i casi, senza eventi avversi”.

Redazione Nurse Times

Movimento Permanente Infermieri al Governo: favorire lo scorrimento delle Graduatorie
Malattie autoimmuni: esposizione al freddo può rallentare il decorso?
Aspirina a basso dosaggio, cambio di linea dagli Usa: meglio evitarla dopo i 60 anni
Sanità. Il Governo autorizza la stabilizzazione di tutti gli infermieri e operatori precari
Autismo, c’è una forma causata da troppe sinapsi nella corteccia cerebrale
L’articolo Covid in gravidanza, studio dimostra efficacia del casco Cpap scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.