Lo riporta il Guardia, che specifica “il richiamo avviene attraverso comunicazioni informali”

Alcuni infermieri positivi al Covid sono stati richiamati in servizio, in violazione di quanto previsto dai protocolli sanitari, presso ospedali del Nuovo Galles del Sud, in Australia, a causa della carenza di personale dovuta ai contagi.

Secondo il Guardian, il richiamo sarebbe avvenuto tramite comunicazioni informali e verbali, con la condizione che gli operatori positivi siano asintomatici e utilizzino strumenti di protezione personale. 

Insomma una situazione emergenziale che rischia di sfuggire di mano e che dovrebbe far riflettere tutti gli stakeholders sul valore aggiunto che gli infermieri imprimono (quando presenti in numero sufficiente) sui sistemi e sulle organizzazioni sanitarie.

Redazione Nurse Times

Effetto Covid: ferie bloccate agli Ospedali Riuniti di Ancona
Vaccino anti-Covid: parere positivo dell’Aifa su booster per fascia d’età 12-15 anni
Covid. Australia richiama in servizio infermieri positivi
India: positivi 125 dei 170 passeggeri del volo aereo proveniente dall’Italia
Covid-19: nuova variante B.1.640.2 identificata in Francia
L’articolo Covid. Australia richiama in servizio infermieri positivi scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.