I deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Affari sociali hanno proposto un emendamento al Decreto Cura Italia per aumentare i tamponi.

“Le Rsa sono luoghi in cui l’attenzione ai protocolli di sicurezza per evitare il contagio deve necessariamente essere massima, essendo gli anziani soggetti ad alto rischio per il Covid-19. Le vicende nelle case di cura lombarde stanno drammaticamente dimostrando le conseguenze terribili di scelte irresponsabili da questo punto di vista, e quindi apprezziamo molto l’iniziativa del viceministro Sileri dell’indagine interna sui fatti del Pio Albergo Trivulzio. Di fronte a tragedie simili i fatti devono essere chiari”. Così, in una nota, le deputate e i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Affari sociali.

E ancora: “Non dimentichiamo, comunque, che in tante Rsa di tutta Italia, purtroppo, si riscontrano irregolarità nella gestione dell’emergenza e, soprattutto, nelle misure per evitare il diffondersi del contagio. È fondamentale  fare tutta la prevenzione possibile affinchè la situazione lombarda non si estenda al resto del Paese. A livello parlamentare, ci siamo attivati per far sì, grazie a un emendamento al Decreto Cura Italia, che i tamponi vengano estesi anche ai non ospedalizzati. In primis agli anziani, ospiti di case di riposo o non, con sintomi respiratori. Questo rappresenterebbe un decisivo passo per avere un quadro dei contagi il più ampio possibile, permetterebbe di intervenire prontamente con le cure e impedirebbe episodi spregevoli di occultamento dei decessi”.

Redazione Nurse Times

Aiutateci ad aiutarvi

L’articolo Coronavirus, M5S: “Tante irregolarità nelle case di cura”. scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.