Il collega è originario di Nocera Inferiore, ma lavora nel reparto Covid di un ospedale del Nord. “Abbiamo comprato un tablet per far effettuare videochiamate ai nostri pazienti con i loro familiari”, ha scritto.

“Oggi, dopo 12 ore in reparto Covid, sono uscito stanco e con un viso segnato, ma allo stesso tempo soddisfatto ed emozionato”. Comincia così la commovente lettera social scritta ieri da un infermiere di Nocera Inferiore (Salerno), ma impegnato nel reparto Covid di un ospedale del Nord.

“Oggi – prosegue -, ringraziando il nostro buon senso, abbiamo comprato noi tutti un tablet, e oggi abbiamo avuto la possibilità di far effettuare le videochiamate ai nostri pazienti con i loro familiari. Ad ogni videochiamata è stata un’emozione indescrivibile: dopo giorni di solitudine e paura (perché, ammettiamolo, chi è in quel letto ha tanta paura!), ho visto sorrisi, felicità e qualche lacrima di gioia nei loro occhi (e vi assicuro, non ha prezzo poter assistere a queste emozioni). Questo periodo, per tutti noi che lavoriamo in campo sanitario, richiede molti sacrifici a livello lavorativo e personale, ma in tutto questo caos queste piccole cose ti scaldano il cuore e ti ricordano uno dei tanti motivi per cui hai scelto questo lavoro”.

“Fiero del mio lavoro, fiero di emozionarmi, fiero di prendermi cura delle persone meno fortunate di me, fiero di tutti i miei colleghi, fieri del gruppo forte che siamo. Fiero di essere infermiere. Per favore, restate a casa. Buona domenica delle Palme!”. Il post ha fatto subito il giro del web, ricevendo tantissimi commenti grafìtificanti.

Redazione Nurse Times

Aiutateci ad aiutarvi

L’articolo Coronavirus, la lettera social di un infermiere commuove il web: “Stanco, ma soddisfatto del mio lavoro”. scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.