Il presidente della Camera ha espresso le sue perplessità in merito al possibile obbligo di certificazione per accedere a Montecitorio e, in generale, ai luoghi di lavoro.

Il presidente della Camera, Roberto Fico, si dichiara contrario al Green Pass obbligatorio per accedere a Montecitorio: “Non ci ho ancora pensato, perché il nostro problema rispetto all’aula e alle tribune è il distanziamento, ma non mi sento molto vicino alla posizione di chi vuole che si entri solo col Green Pass. E’ impossibile chiedere ai parlamentari chi si è vaccinato e chi no: è una questione che non c’è”.

Fico ha espresso inoltre il suo dissenso sulla proposta di Confindustria di rendere obbligatorio il Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro: “Ho sentito la proposta di Bonomi: non mi trova d’accordo. Il governo sta lavorando. Vedremo cosa verrà fuori dalla cabina di regia. Io sono vaccinato con con due dosi. Spero che la campagna vaccinale possa proseguire nel modo migliore, anche informando, ascoltando, comprendendo. Penso che l’ascolto sia fondamentale”.

Redazione Nurse Times

Coronavirus, i sanitari no vax adducono le motivazioni più fantasiose per sottrarsi all’obbligo vaccinale
Siracusa, scandalo false pensioni di invalidità: chiesto rinvio a giudizio per 63 indagati
Coronavirus, ipotesi Green Pass obbligatorio per parlamentari non piace a Fico
Treviso, sanitari no vax al contrattacco: presidente Opi presa di mira per le sospensioni
Coronavirus, avanti tutta con le sospensioni dei sanitari non vaccinati in Friuli Venezia Giulia
L’articolo Coronavirus, ipotesi Green Pass obbligatorio per parlamentari non piace a Fico scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.