Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ritiene che l’incidenza aumenterà a causa della variante Delta.

“Un forte aumento dei contagi da coronavirus Sars-CoV-2, legato alla diffusione della variante Delta, è atteso nelle prossime settimane”. Lo comunica il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) nel suo ultimo rapporto di sorveglianza, prevedendo che il numero di casi nello spazio economico europeo (i 27 Paesi Ue più Norvegia, Islanda e Liechtenstein) salirà a 622,9 nuove infezioni ogni 100mila abitanti nella prima settimana di agosto: oltre quattro volte in più rispetto ai 144,6 casi/100mila attesi entro la fine di questa settimana.

L’incidenza a sette giorni è stata invece di 89,6 contagi/100mila nella settimana numero 27, terminata l’11 luglio. In seghuito salirà a 262,2 (settimana 29, al 25 luglio), 420,4 (settimana 30, al 1 agosto), per arrivare a 622,9 nella settimana numero 31 (2-8 agosto). Le infezioni crescono nelle fasce d’età più giovanili. L’Ecdc prospetta un aumento anche dei morti per Covid-19: saranno 10,5 per milione nella prima settimana di agosto, contro i 6,8/mln della settimana 27.

Redazione Nurse Times

Vaccini anti-Covid, niente tracce nel latte materno: lo studio Usa
Coronavirus, il punto sulla variante Delta: età media, efficacia dei vaccini e sintomi
Obbligo vaccinale per il personale sanitario e Green Pass: come ci si regola all’estero?
Coronavirus, soldi in cambio di certificato vaccinale: medico indagato dai Nas di Treviso
Coronavirus, in forte crescita la richiesta di Green Pass falsi
L’articolo Coronavirus, Ecdc: “Contagi destinati a salire nelle prossime settimane” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.