Intervenuto a Radio 24, il governatore dell’Emilia Romagna ha parlato anche del Green Pass.

“Un medico o un infermiere che non si vaccina contro il Covid dovrebbe cambiare mestiere”. Così Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, ha commentato il tema dell’obbligo vaccinale per il personale sanitario a Radio 24.

Tra gli argomenti trattati nel corso dell’intervento, anche quello del cosiddetto Green Pass. “Alcuni settori oggi potrebbero riaprire – ha detto Bonaccini –. Penso alle discoteche, che sono tra i luoghi più complicati da gestire, ma che rischiano di non aprire più. Sui ristoranti credo si debba valutare l’aumento dei contagi. Serve prudenza, ma serve anche cambiare i parametri, mettendo al centro le ospedalizzazioni rispetto a sistema con cui si prendevano le decisioni sulla colorazione delle regioni, perché i vaccini ancora non c’erano e ora lo scenario è cambiato. Certo è che bisogna vaccinare più persone possibili”.

Redazione Nurse Times

Delibera regione Emilia Romagna: un’occasione da difendere o un posto in più a tavola?
Infermiere pediatrico: concorso pubblico presso l’A.O.U. Policlinico «Gaetano Martino» di Messina
Insegue paziente fuggito in strada tentando di scavalcare un cancello: l’infortunio dell’infermiere non sarà risarcito
Truffa alla Asl di Taranto, 237mila euro per “Prestazioni mai effettuate sulle persone con disabilità”
Il bazooka anti covid: agli Istituti Maugeri si festeggiano i ricercatori ed una nuova arma contro il virus
L’articolo Coronavirus, Bonaccini: “Medico o infermiere che non si vaccina dovrebbe cambiare mestiere” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.