Le persone con co-infezione da HIV ed epatite C non sono a rischio più elevato di malattia epatica allo stadio terminale o di cancro al fegato rispetto alle persone moninfette da epatite C. Tale tendenza è probabilmente associata alla maggiore efficacia del trattamento antiretrovirale come riportato da uno studio francese pubblicato sulla rivista Hepatology.