La variante Delta del coronavirus, in aumento negli Stati Uniti, sembra causare disturbi più gravi e diffondersi con la stesso facilità della varicella, secondo un documento del CDC (Centers for Disease Control and Prevention) degli Stati Uniti.

Il documento, una presentazione di diapositive , delinea dati inediti che mostrano che le persone completamente vaccinate potrebbero diffondere la variante Delta allo stesso ritmo delle persone non vaccinate.

La direttrice del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky, ha confermato l’autenticità del documento, che è stato riportato per la prima volta dal Washington Post.

La variante Delta è più trasmissibile dei virus che causano MERS, SARS, Ebola, raffreddore, influenza stagionale e vaiolo, afferma il rapporto. Il prossimo passo immediato per l’agenzia è “riconoscere che la guerra è cambiata”, afferma il rapporto citato nel documento.Inoltre, a differenza delle altre varianti, le persone vaccinate, anche se non si ammalano, sono state infettate e hanno carica virale a livelli simili a quelli delle persone non vaccinate che sono state infettate.

Il CDC raccomanda pertanto anche ai vaccinati di indossare maschere al chiuso in determinate aree.

Ultimi articoli pubblicati

Studio del cervello: sviluppata una nuova tecnica dall’Università di Firenze
CDC: la variante Delta si diffonde con la stessa facilità della varicella e causa disturbi più gravi
Essere infermieri nell’era post-pandemica: ampliamento degli ambiti di intervento e di attività
Rifiutano il tampone, chi sono i no-tamp?
Ministero della Salute: Equipollenza certificazioni vaccinali e di guarigione rilasciate dagli Stati Terzi
L’articolo CDC: la variante Delta si diffonde con la stessa facilità della varicella e causa disturbi più gravi scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.