Un infermiere in servizio presso l’ospedale Policlinico di Catania “è stato aggredito dal branco di cani che abitualmente si aggira nelle vie tra gli edifici del nosocomio”.
La vicenda è accaduta ieri in tarda serata. Il professionista si è presentato al vicino pronto soccorso con gli abiti a brandelli e numerose ferite lacero contuse su più parti del corpo per farsi medicare dai colleghi.
A denunciare la sfiorata tragedia è il sindacato Fials (Federazione Italiana Autonoma Lavoratori Sanità) in una nota, sottolineando che “soltanto l’intervento di un operatore sociosanitario, che ha messo in fuga gli animali inseguendoli con la propria auto, ha consentito al malcapitato di mettersi al riparo dentro il proprio veicolo”.
L’uomo, giunto in Triage per farsi medicare era estremamene spaventato in seguito ad “una vicenda che poteva avere esito ben più tragico”, afferma il sindacato.
Le parole del sindacato Fials

“Siamo attoniti – dichiarano il segretario provinciale Fials e il coordinatore del direttivo aziendale del sindacato al Policlinico, Giuseppe D’Angelo – per questo nuovo episodio, la cui responsabilità è di chi, fino ad ora, nonostante le ripetute proteste e sollecitazioni dei sindacati, non ha provveduto alla soluzione del problema.
Un rischio costante ed elevatissimo per utenza e lavoratori e per chiunque si sposti per i viali del Policlinico. Noi non siamo stati e non staremo in silenzio. Si è sfiorata la tragedia – sostiene la Fials – e non si può lasciare al caso l’incolumità delle persone che si trovano in un ospedale.
È impensabile che una struttura sanitaria non sia in grado di eliminare tale rischio, di mettere quegli animali in condizione di non nuocere a nessuno. Si proceda immediatamente”, conclude la nota.

Simone Gussoni
L’articolo Catania: branco di cani randagi attacca infermiere del Policlinico scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.