Il celebre presentatore Carlo Conti ha raccontato la sua esperienza con il coronavirus. Lui è tra i tanti che sono stati contagiati in questa pandemia. Il suo pensiero è andato a medici e infermieri. Ha, così, parlato della candidatura al Nobel.

“Vacciniamoci in fretta” ha detto e poi ha aggiunto: “ho sentito della candidatura di medici e infermieri italiani al Nobel. Giusto, ma è più urgente adeguare le loro paghe“.

“All’ospedale di Careggi sono stato seguito amorevolmente, – racconta Carlo Conti, – come il mio vicino di letto, Nello. Con lui ci messaggiamo ancora: all’epoca parlavamo poco: avevamo i tubicini dell’ossigeno”.

Un anno da non dimenticare: la puntata di Tale e Quale in smartworking, la presentazione in solitudine dei David e il nuovo programma Top Dieci che torna il 17 aprile in prima serata Rai Uno “per reagire alla pandemia inventando qualcosa di nuovo e fsar lavorare la gente”. 

Guardia di Finanza: maxi sequestro di mascherine FFP2-FFP3 taroccate destinate a sanitari
Storia di Infermieri in Terapia Intensiva SARS-COV-19: Romanzo “Dietro la Maschera”
All’Asl di Salerno torna il mansionario: la replica dell’Infermiere Legale Incaviglia
Perugia AUSL Umbria 1: concorso per 94 Oss. Al via le domande
Machine learning: per apprendere i parametri vitali tramite video
Fonte: ilmessaggero.it; foto: wiwibloggs.com
L’articolo Carlo Conti: “Nobel a medici e infermieri? Sì, ma anche un aumento” scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.