Il Segretario Generale della Fials Giuseppe Carbone sul palco di Roma per la manifestazione sul rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici

Si è tenuta ieri a Roma, piazza Montecitorio, la manifestazione dei sindacati per chiedere il rinnovo dei contratti pubblici della sanità.

Il Segretario Fials interviene puntando il dito contro la medicina di base, che secondo Carbone sarebbe il “male della sanità pubblica”.

“C’è uno sperpero di denaro pubblico spaventoso – chiosa Carbone – non c’è un controllo sulla spesa, non c’è una sanità che funzioni, non c’è una sanità privata, è una sanità pubblica a tutti gli effetti perchè finanziata dallo Stato, in convenzione”.

A questo punto il Segretario Carbone continua facendo un’analisi più dettagliata sul “male della sanità”.

“Noi lo abbiamo individuato. Il male della sanità sta nella medicina di base, noi non abbiamo più alcun tipo di assistenza alla base” continua Carbone.

“Noi abbiamo invece degli impiegati amministrativi, ma non fanno più sanità, nel modo più assoluto! Cominciamo ad intervenire, chiediamo ai signori del governo di avere il coraggio di intervenire nei confronti di questa gente, e non dire a questa gente che ci servono solo per motivi elettorali, perchè sono portatori di interessi e di voti!”, conclude Carbone.

Un invito chiaro alle forze politiche, un’accusa altrettanto forte verso i medici di medicina generale quello del Segretario Generale della Fials Giuseppe Carbone.

Invitiamo tutti coloro che sull’argomento volessero intervenire ad inviarci il loro contributo editoriale a redazione@nursetimes.org

Simone Gussoni

Allegato

Video Manifestazione Fials (Giuseppe Carbone)
L’articolo Carbone (Fials) “Il male della sanità è la medicina di base” scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.