Nei pazienti con carcinoma colorettale avanzato la cui malattia esprime una specifica mutazione genetica, la combinazione degli antitumorali encorafenib e binimetinib ha esteso la sopravvivenza di oltre tre mesi in associazione con cetuximab.