Anche l’assessore regionale alla Salute, Stefania Saccardi, esprime preoccupazione per il diffondersi dell’infezione

L’allarme, in Toscana, era stato già lanciato qualche giorno fa dall’Agenzia regionale della sanità, che aveva diffuso i numeri di un fenomeno senza precedenti. Un allarme confermato dalla possibilità che il batterio New Delhi abbia causato la morte di un elettricista 66enne di Viareggio, dopo un intervento chirurgico a Livorno.

Intanto la Regionefa sapere che i casi di contagio sono saliti a 90, mentre i decessi sospetti sono raddoppiati rispetto a pochi giorni fa, passando da 17 a 36. La conferma arriva dall’assessore regionale alla Salute, Stefania Saccardi: «Stando ai dati settimanali dell’Agenzia regionale della Sanità, il numero di persone che hanno contratto l’infezione è salito a 90. Sappiamo che i decessi sono all’incirca nella misura del 40%, pari a 36 casi con sepsi».

Redazione Nurse Times

L’articolo Batterio New Delhi, aumentano i casi di contagio e le morti sospette in Toscana scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.