La restrizione entrerebbe in vigore qualora si raggiungesse il limite dei posti occupati in terapia intensiva, fissato dal Governo al 30%.

In Austria si va verso il lockdown per i non vaccinati contro il coronavirus. “Stiamo per imbatterci nella pandemia di chi non è protetto”, ha dichiarato il cancelliere Alexander Schallenberg (foto) nel corso di una riunione governativa che ha fissato al 30% il limite dei posti occupati in terapia intensiva. Superato tale limite, chi non è vaccinato dovrà restare a casa.

“Siamo parlando del futuro”, ha precisato però il ministro della Sanità, Wolfgang Mueckstein, spiegando che al momento “siamo nella fase 1” del piano che prevede massicce restrizioni per i non vaccinati. Al momento i posti letto occupati in terapia intensiva sono 220. Se si dovesse arrivare a quota 600, si entrerebbe nella fase 5.

Schallenberg ha espresso l’auspicio che questa eventuale misura serva a convincere gli “esitanti e ritardatari”, aggiungendo che non ci sarà alcun lockdown per chi è vaccinato e per chi è guarito dal Covid.

Redazione Nurse Times

Austria, possibile lockdown per i non vaccinati contro il Covid
Infermieri esclusi dalle vaccinazioni, ai farmacisti anche quelle antinfluenzali: la protesta del Nursing Up e il silenzio della FNOPI
Chat per lavorare senza Green Pass: la nuova frontiera dei no vax
Infermieri. Cicia e il teatrino della politica di “Casa FNOPI”
Cerca di spiegare l’importanza dei vaccini ad alcuni No GreenPass: medico preso a testate in metropolitana
L’articolo Austria, possibile lockdown per i non vaccinati contro il Covid scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.