I ricercatori dell’ospedale universitario di Greifswald, in Germania, hanno annunciato di aver scoperto la causa dei coaguli di sangue riscontrati in un piccolo numero di destinatari del vaccino AstraZeneca.

Il vaccino di AstraZeneca “è un vaccino efficace. In questo momento i benefici del vaccino di AstraZeneca superano di gran lunga i suoi rischi e il suo uso dovrebbe proseguire per salvare vite, tuttavia è non escluso un legame con rare trombosi. Il foglietto illustrativo sarà aggiornato,” ha dichiarato giorni fa Emer Cooke, direttore esecutivo dell’Ema.

La particolare attenzione è dovuta ai sette casi sospetti di rara trombosi del seno venoso cerebrale associata a carenza di piastrine denunciati dal Paul Ehrlich Institut, in Germania.

Intanto, adesso, l’indagine dei medici tedeschi, riporta ilfattoquotidiano.it, avrebbe mostrato come il vaccino abbia causato una rara trombosi cerebrale in un ristretto numero di pazienti. E questo significa che è possibile offrire un trattamento mirato a coloro che soffrono di una coagulazione simile, utilizzando un farmaco molto comune. 

I ricercatori hanno sottolineato che il trattamento sarebbe possibile solo nei pazienti in cui compaiono coaguli di sangue, piuttosto che come trattamento preventivo.

Fnopi – Bene allentamento esclusività per gli infermieri: così il Paese presto fuori dalla pandemia
Infermieri: vincolo di esclusività e fragilità professionale
Autismo. Manca attenzione al corpo, studio Ido dimostra che ci sono più problematica nell’area affettivo-corporea
Anticorpi monoclonali negli ospedali d’Italia
Astrazeneca, ricercatori tedeschi e austriaci scoprono la causa dei coaguli di sangue
L’articolo Astrazeneca, ricercatori tedeschi e austriaci scoprono la causa dei coaguli di sangue scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.