Non ci sono dati disponibili sull’intercambiabilità del vaccino di Astra Zeneca contro il coronavirus. Per la seconda dose, quindi, usare lo stesso vaccino è il consiglio dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

“I soggetti che hanno ricevuto la prima dose di COVID-19 Vaccine AstraZeneca devono ricevere la seconda dose di COVID-19 Vaccine AstraZeneca per completare il ciclo di vaccinazione”. Questa è l’indicazione contenuta nel documento sulle caratteristiche del prodotto redatto da Aifa.

Il vaccino, secondo gli studi di fase 3, ha mostrato un’efficacia del 62,1%. Garantisce inoltre, secondo quanto affermato dall’azienda, una copertura “del 100%” contro malattia grave e rischio di ospedalizzazione“.

Il vaccino AstraZeneca “viene raccomandato alle persone dai 18 fino al compimento dei 55 anni (54 anni e 364 giorni) in assenza di patologie che aumentino il rischio clinico associato all’infezione da Sars-CoV-2”. Lo ribadisce il ministero della Salute nella circolare “Aggiornamento vaccini disponibili contro Sars-CoV-2/Covid-19 echiarimenti sul consenso informato“.”Tra le categorie per cui viene raccomandato il vaccino – continua la circolare – la priorità di somministrazione sarà per il personale scolastico e universitario docente e non docente, per le forze armate e di polizia, per i setting a rischio quali penitenziari e luoghi di comunità e per il personale di altri servizi essenziali e, a seguire, per il resto della popolazione”.

Infermieri americani: guadagnano fino a 110mila dollari all’anno
Asl Barletta Andria Trani: concorso per infermiere dirigente. Al via le domande
Smartphone e possibile rischio per pacemaker e defibrillatori
Le crisi epilettiche non danneggiano irreversibilmente il cervello
AstraZeneca: per la seconda dose, usare lo stesso vaccino

L’articolo AstraZeneca: per la seconda dose, usare lo stesso vaccino scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.