Si tratta di quattro infermieri e un tecnico di laboratorio. Resteranno senza stipendio fino al 31 dicembre. Diffidato un medico.

Quattro infermieri e un tecnico di laboratorio dell’Asl Brindisi sono stati sospesi dal lavoro senza stipendio fino al 31 dicembre per aver rifiutato il vaccino anti-Covid. Un medico, invece, è stato diffidato dopo avere rifiutato il vaccino ed espresso dubbi sulla sua utilità. Per i cinque dipendenti, in precedenza, era già stata disposta una sospensione disciplinare. A firmare tutti i provvedimenti è stato il direttore generale dell’Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone.

Gli operatori erano stati preliminarmente avvisati, con una convocazione per il vaccino per il 21 maggio, ma avevano rifiutato. Avevano precedentemente inviato una lettera all’Asl, chiedendo di poter rientrare al lavoro dalle ferie forzate. Poi l’Azienda ha disposto un’istruttoria per verificare le ragioni della mancata vaccinazione. Al momento nell’Asl Brindisi ci sarebbero 19 medici, 40 infermieri e 9 operatori socio-sanitari non sottoposti alle vaccinazioni. Il medico competente sta valutando, caso per caso, le motivazioni.

Redazione Nurse Times

L’articolo Asl Brindisi, 5 dipendenti sospesi: hanno rifiutato il vaccino anti-Covid scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.