Un ennesimo spregievole episodio si è verificato quest’oggi a danno dì un’ambulanza del 118. Si tratta del terzo caso di violenza contro i mezzi di soccorso nel giro di poche ore, dopo quelli di Sassari e Napoli.
Il mezzo è stato inviato in codice rosso per soccorrere un paziente in arresto cardiaco nei pressi di piazzetta dell’Olmo, a Viareggio.
Vista la gravità della situazione, sul posto è intervenuta anche l’automedica inviata dalla centrale operativa.
Prima i soccorritori laici e poi medico e infermiere si sono precipitati per cercare di salvare la vita di un uomo cardiopatico ma, dopo le lunghe manovre rianimatorie, i soccorritori hanno fatto l’amara scoperta.
Preparandosi per trasferire il paziente a bordo del mezzo di soccorso hanno appreso come lo stesso fosse stato saccheggiato di materiale sanitario e attrezzature presenti a bordo. Anche lo smartphone sul quale è installato il software che permette di comunicare con la centrale del 118 nelle varie fasi dell’emergenza è stato rubato.
“Un gesto inqualificabile” commenta il Presidente Luca Lunardini, esprimendo il proprio profondo sconcerto. “Quanto accaduto ferisce il mondo del volontariato tutto. Purtroppo, mi risulta, che non sia la prima volta che episodi similari accadano ad ambulanze in fase di soccorso. Al di là del valore del materiale sottratto, che comunque non è mai poco per un’associazione che vive di volontariato, rubare materiale necessario al soccorso delle persone, oltretutto mentre i volontari stanno soccorrendo chi è nel bisogno, è un atto che va ben oltre il furto in se.
E’ un segno di totale incuranza e disprezzo del dolore e delle necessità altrui. Mi viene da pensare a cosa potrebbe provare l’ignoto ladro qualora avesse un giorno bisogno di soccorso e questo soccorso fosse ostacolato dalla mancanza di quel materiale che aveva sottratto”.
Il furto è stato successivamente denunciato presso la locale stazione dei Carabinieri e le indagini sono tutt’ora in corso.
Dott. Simone Gussoni
L’articolo Ambulanza saccheggiata di materiale e attrezzature sanitarie mentre il personle del 118 rianima un paziente scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.