Il tempestivo intervento di un’infermiera del 118 ha permesso di salvare la vita di un giovane stidente colto da un malore durante l’ora di educazione fisica.Il ragazzo si è improvvisamente accasciato al suolo nella palestra dell’istituto tecnico di Altamura. È stata la manovra efficace dell’infermiera del 118, arrivata sul posto nel giro di pochi minuti, ad evitare la morte del 18enne.La professionista, dopo avere stabilizzato il malcapitato, con l’aiuto dei soccorritori lo ha trasporto in urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Perinei di Altamura. Il paziente si trova tuttora ricoverato in Rianimazione, ma è fuori pericolo. 

“Una manovra brillante e tempestiva di una nostra infermiera ha salvato la vita ad un ragazzo – commenta Antonio Di Bello, direttore del Dipartimento emergenza urgenza 118 della ASL di Bari – grazie anche a tutti gli altri operatori dell’equipaggio che sono intervenuti, onore a questi bravi professionisti”.

L’episodio è accaduto sabato mattina. A tentare le manovre di primo soccorso è stato l’insegnante di educazione fisica, che ha posizionato il giovane in posizione laterale di sicurezza. Dopo la chiamata al 118, sul posto, la prima ad arrivare, è stata un’ambulanza India di Altamura con a bordo un’infermiera che ha subito attivato le manovre di rianimazione cardio polmonare. “In un secondo momento è giunta un’auto medica – prosegue il dottor Di Bello – e la stessa infermiera ha impiegato il defibrillatore multiparametrico per recuperare il ritmo cardiaco del ragazzo, successivamente trasferito al pronto soccorso dell’Ospedale Perinei”.

Dott. Simone Gussoni
L’articolo Altamura, studente in arresto cardiaco durante l’ora di educazione fisica: infermiera lo rianima salvandogli la vita scritto da Dott. Simone Gussoni è online su Nurse Times.