E’ stata fissata al 4 ottobre, davanti al gup Luisa Turco, l’udienza preliminare sulla richiesta di rinvio a giudizio, depositata dalla Procura lo scorso marzo, per 47 dei 54 indagati dell’inchiesta bis “La carica delle 104”.

Si tratta dell’inchiesta della Digos che fece luce su un presunto giro di falsi certificati medici per ottenere un trasferimento nella propria provincia di residenza e ottenere vari benefici di legge e previdenze. Era il 30 marzo del 2019 quando il pubblico ministero del tribunale di Agrigento, Paola Vetro, faceva notificare i 54 avvisi di conclusione delle indagini preliminari nell’ambito, appunto, del secondo filone di inchiesta. Il provvedimento, allora, venne notificato a 14 medici accusati di avere rilasciato false certificazioni per patologie inesistenti o accentuate rispetto alla reale entità, e quaranta pazienti che, grazie a certificati falsi, avrebbero beneficiato di previdenze di vario tipo.

L’avviso di conclusione delle indagini – il 30 marzo del 2019 – era stato notificato a: Antonio Alaimo, 58 anni di Favara; Alessandra Alfano, 42 anni di Agrigento; Giovanni Baio, 61 anni di Raffadali; Antonina Barbaro, 50 anni di Raffadali; Lucia Bennardo, 56 anni di Favara; Elisa Rita Capraro, 42 anni di Agrigento; Giusi Cardella, 43 anni di Raffadali; Carmelina Chianetta, 44 anni di Favara; Dario Chriminisi, 39 anni di Agrigento; Serafina Cinquemani, 45 anni di Favara; Anna Rita Consolo, 49 anni di Siculiana; Giuseppa Costanza, 43 anni di Favara; Eleonora Crapanzano, 45 anni di Favara; Maria Distefano, 45 anni di Agrigento; Domenico Drago, 62 anni di Favara; Giovanna Failla, 50 anni di Favara; Maria Grazia Fanara, 42 anni di Favara; Rosaria Fanara, 41 anni di Favara; Nadia Gagliano, 45 anni di Siculiana; Calogera Galluzzo, 48 anni di Agrigento; Rosario Marturana, 56 anni di Favara; Giovanna Montaperto, 59 anni di Agrigento; Lella Morreale, 55 anni di Agrigento; Giuseppa Moscato, 46 anni di Favara; Antonina Panarisi, 55 anni di Raffadali; Stefano Piazza, 36 anni di Favara; Giuseppina Parello, 40 anni di Favara; Giuseppina Pirrera, 50 anni di Favara; Carmela Piscopo, 52 anni di Favara; Anna Pullara, 42 anni di Favara; Antonio Ragusa, 52 anni di Raffadali; Riccardo Ragusa, 44 anni di Raffadali; Rossana Rampello, 40 anni di Raffadali; Maria Rizzo, 46 anni di Raffadali; Rosanna Saieva, 52 anni di Favara; Anna Maria Sammartino, 44 anni di Raffadali; Carlo Scibetta, 62 anni di Porto Empedocle; Carmelinda Sgarito, 43 anni di Favara; Maria Giovanna Varisano, 50 anni di Favara; Silvana Vita, 46 anni di Agrigento; Giuseppa Gallo, 66 anni di Naro; Paolo Santamaria, 64 anni di Aragona; Concetta Rubino, 56 anni di Palermo; Alfonso Russo, 70 anni di Aragona; Antonio Bosco, 66 anni di Favara; Alfonso Lo Zito, 60 anni di Agrigento; Giuseppe Candioto, 66 anni di Agrigento; Antonia Matina, 62 anni di Favara; Lorenzo Greco, 65 anni di Agrigento; Gerlando Taibi, 87 anni di Raffadali; Pasqualino Messina, 53 anni di Cattolica Eraclea; Vincenzo Cuschera, 65 anni di Aragona; Salvatore Russo, 41 anni di Agrigento; Calogero Corsello, 62 anni di Agrigento.

Rispetto all’avviso di conclusione delle indagini, il pm Paola Vetro ha ritenuto di chiedere l’archiviazione di 7 posizioni. L’archiviazione è stata chiesta nei confronti di: Lucia Bennardo, 56 anni di Favara; Rosaria Fanara, 41 anni di Favara; Calogera Galluzzo, 48 anni di Agrigento; Carmela Piscopo, 52 anni di Favara; Rosanna Saieva, 52 anni di Favara; Vincenzo Cuschera, 65 anni di Aragona e Calogero Corsello, 62 anni di Agrigento.

Fonte: Agrigentonotizie

Ultimi articoli pubblicati

Mobilità 566 infermieri: Gabellone chiede l’audizione in tre commissioni congiunte per fare il punto
Prato, Esami gratis agli amici: la Procura chiede 29 rinvii a giudizio
Agrigento “La fabbrica dei falsi invalidi”, pm chiede il rinvio a giudizio per 47 dei 54 indagati
Merck annuncia la pillola anti Covid-19: riduce del 50% ricoveri e decessi
Latte materno: un “farmaco” anti-Covid per i nati prematuri
L’articolo Agrigento “La fabbrica dei falsi invalidi”, pm chiede il rinvio a giudizio per 47 dei 54 indagati scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.