Una nuova classe di farmaci ipocolesterolemizzanti orali potrebbe aiutare i pazienti impossibilitati ad assumere statine a causa di effetti collaterali. I risultati – pubblicati sul “New England Journal of Medicine” – provengono dal più grande studio condotto fino ad oggi per testare l’efficacia e la sicurezza dell’acido bempedoico, un farmaco per os (ancora da approvare in Europa) che inibisce nell’organismo la sintesi degli elementi costitutivi del colesterolo.