A brevissimo arriverà ai Medici Convenzionati del 118 Asl Napoli 1 e Napoli 2, la notifica da parte delle Amministrazioni dell’immediata trattenuta dallo stipendio dell’indennità di €5,16 e il recupero del totale di queste cifre degli ultimi 5 anni, con la trattenuta del 5° dello stipendio. “Qualcuno sta assassinando il servizio di Emergenza Sanitaria Territoriale!” denuncia l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate sulla propria pagina Facebook. La ragione riferita – spiega l’associazione – è che la Corte dei Conti reclama il rimborso di tutte le cifre, dichiarate versate indebitamente.

“Dopo il passaggio di alcuni colleghi alla medicina generale cercando un porto più sicuro lontano dalle aggressioni e dal peso dello stress lavorativo…..adesso ci sarà sicuramente la fuga di massa da un 118 mal pagato e non tutelato! Il personale medico del 118 , provato da 12 mesi di pandemia nella quale ha tolto parecchie “castagne dal fuoco” a qualcuno, ringrazia sentitamente chi ha consentito tutto ciò! Cari utenti se un giorno, come già sta accadendo, a casa vostra non verrà un medico ed un infermiere, ma un semplice soccorritore… capirete il perché! Non è stata colpa nostra…” scrive su Facebook Nessuno Tocchi Ippocrate, chiedendo la massima condivisione del post.

Test di Israele sul vaccino anti Covid: sta funzionando
Casa di Riposo Aita Di Pieve Del Grappa: concorso per infermieri
Non avevano curato l’igiene del paziente, poi deceduto: assolti infermieri
118 Napoli, “Qualcuno sta assassinando il servizio di Emergenza Sanitaria Territoriale!”
Un nuovo studio rivela la connessione tra salute e felicità

L’articolo 118 Napoli, “Qualcuno sta assassinando il servizio di Emergenza Sanitaria Territoriale!” scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.