La Terra

La Terra è il terzo pianeta dal Sole e il quinto più grande:

Profilo del pianeta Terra

orbita : 149.600.000 km (1.00 AU ) dal

diametro del sole : 12.756,3 km

massa : 5.972e24 kg

Storia della Terra

La Terra è l’unico pianeta il cui nome inglese non deriva dalla mitologia greca / romana. Il nome deriva dall’inglese antico e dal germanico.

Esistono, ovviamente, centinaia di altri nomi per il pianeta in altre lingue .

Nella mitologia romana, la dea della Terra era Tellus – il terreno fertile (greco: Gaia , terra mater – Madre Terra).

 

Fu solo al tempo di Copernico (il sedicesimo secolo) che si comprese che la Terra è solo un altro pianeta.

 

Mir e l’arto terrestreLa Terra, ovviamente, può essere studiata senza l’ausilio di veicoli spaziali.

Tuttavia, non è stato fino al ventesimo secolo che abbiamo avuto le mappe di tutto il pianeta.

Le immagini del pianeta prese dallo spazio sono di notevole importanza; ad esempio, sono di grande aiuto nella previsione

meteorologica e in particolare nel monitoraggio e nella previsione degli uragani. E sono straordinariamente belli.

 

La Terra è divisa in diversi strati che hanno proprietà chimiche e sismiche distinte (profondità in km):

 

0- 40 Crosta

40- 400 mantello superiore

400- 650 regione di transizione

650-2700 Lower manto

2700-2890 D ” strato

2890-5150 Nucleo esterno

5150-6378 nucleo interno

 

La crosta varia considerevolmente di spessore, è più sottile sotto gli oceani, più spessa sotto i continenti.

Il nucleo interno e la crosta sono solidi; il nucleo esterno e gli strati del mantello sono di plastica o semi-fluidi.

I vari strati sono separati da discontinuità che sono evidenti nei dati sismici; il più noto di questi è la discontinuità Mohorovicic tra la crosta e il mantello superiore.

 

La maggior parte della massa della Terra è nel mantello, la maggior parte del resto nel nucleo; la parte in cui abitiamo è una piccola frazione dell’insieme (valori inferiori a x10 ^ 24 chilogrammi):

 

atmosfera = 0,0000051

oceani = 0,0014

crosta = 0,026

mantello = 4,043

nucleo esterno = 1,835 nucleo

interno = 0,09675

 

Il nucleo è probabilmente composto principalmente da ferro (o nichel / ferro) sebbene sia possibile che siano presenti anche alcuni elementi più leggeri

Le temperature al centro del nucleo possono raggiungere i 7500 K, più calde della superficie del Sole .

Il mantello inferiore è probabilmente principalmente silicio, magnesio e ossigeno con un po ‘di ferro,

calcio e alluminio. Il mantello superiore è principalmente olivene e pirossene ( silicati ferro / magnesio),

calcio e alluminio. Sappiamo la maggior parte di questo solo da tecniche sismiche; campioni dal mantello superiore arrivano in superficie

come lava dai vulcani ma la maggior parte della Terra è inaccessibile. La crosta è principalmente quarzo (biossido di silicio) e altri silicati come il feldspato.

Nel complesso, la composizione chimica della Terra (in massa) è:Terra-Sud America

 

34,6% Ferro

29,5% Ossigeno

15,2% Silicio

12,7% Magnesio

2,4% Nichel

1,9% Zolfo

0,05% Titanio

 

La Terra è il corpo principale più denso del sistema solare.

 

Gli altri pianeti terrestri hanno probabilmente strutture e composizioni simili con alcune differenze: la Luna ha al massimo un piccolo nucleo;

Il mercurio ha un nucleo extra grande (rispetto al suo diametro); i mantelli di Marte e della Luna sono molto più spessi;

la Luna e il Mercurio potrebbero non avere croste chimicamente distinte; La Terra può essere l’unica con nuclei interni ed esterni distinti.

Si noti, tuttavia, che la nostra conoscenza degli interni planetari è per lo più teorica anche per la Terra.

 

A differenza degli altri pianeti terrestri , la crosta terrestre è divisa in diverse piastre solide separate che galleggiano in modo indipendente sopra il mantello caldo sottostante.

La teoria che lo descrive è nota come tettonica a zolle. È caratterizzato da due processi principali: diffusione e subduzione.

La diffusione avviene quando due piastre si allontanano l’una dall’altra e si crea una nuova crosta sollevando il magma dal basso.

La subduzione si verifica quando due piastre si scontrano e il bordo di una si tuffa sotto l’altro e finisce per essere distrutto nel mantello.

 

Vi è inoltre un movimento trasversale in corrispondenza di alcuni confini della placca (ovvero la faglia di San Andreas in California)

e collisioni tra le placche continentali (ovvero India / Eurasia). Esistono (attualmente) otto piatti principali:

 

Piatto nordamericano – Nord America, Nord Atlantico occidentale e GroenlandiaConfini del piatto

Piatto sudamericano – Sud America e Sud Atlantico occidentale

Antartide – Antartide e “Oceano Meridionale”

Targa eurasiatica – Atlantico settentrionale orientale, Europa e Asia tranne l’India

Piatto africano – Africa, Atlantico sud-orientale e Oceano Indiano occidentale

Piatto indiano-australiano – India, Australia, Nuova Zelanda e gran parte dell’Oceano Indiano

Piatto di Nazca – Oceano Pacifico orientale adiacente al Sud America

Pacific Plate – la maggior parte dell’Oceano Pacifico (e la costa meridionale della California!)

Ci sono anche venti o più piccoli piatti come i piatti arabi, cocos e filippini. I terremoti sono molto più comuni ai confini della placca.

Tracciare le loro posizioni rende facile vedere i confini della piastra.

La superficie della Terra è molto giovane . Nel periodo relativamente breve (secondo gli standard astronomici) di circa 500.000.000 di anni,

i processi di erosione e tettonica distruggono e ricreano la maggior parte della superficie terrestre,

eliminando così quasi tutte le tracce della precedente storia geologica della superficie (come i crateri da impatto).

 

Quindi la primissima storia della Terra è stata per lo più cancellata. La Terra ha tra 4,5 e 4,6 miliardi di anni,

ma le rocce più antiche conosciute hanno circa 4 miliardi di anni e le rocce più vecchie di 3 miliardi di anni sono rare.

I più antichi fossili di organismi viventi hanno meno di 3,9 miliardi di anni.

Non si registra il periodo critico in cui la vita è iniziata per la prima volta.

 

Stretto di GibilterraIl 71 percento della superficie terrestre è coperto d’ acqua .

La Terra è l’unico pianeta su cui può esistere acqua in forma liquida sulla superficie

(sebbene ci possa essere etano o metano liquido sulla superficie di Titano e acqua liquida sotto la superficie di Europa ).

L’acqua liquida è, ovviamente, essenziale per la vita come la conosciamo.

 

La capacità di calore degli oceani è anche molto importante per mantenere la temperatura della Terra relativamente stabile.

L’acqua liquida è anche responsabile della maggior parte dell’erosione e degli agenti atmosferici dei continenti della Terra,

un processo unico nel sistema solare oggi (anche se in passato potrebbe essersi verificato su Marte).

 

Atmosfera terrestreL’atmosfera terrestre è composta per il 77% di azoto, il 21% di ossigeno , con tracce di argon, anidride carbonica e acqua.

Probabilmente c’era una quantità molto più grande di anidride carbonica nell’atmosfera terrestre quando la Terra fu formata per la prima volta,

ma da allora è stata quasi interamente incorporata nelle rocce carbonatiche e in misura minore dissolta negli oceani e consumata dalle piante viventi.

 

La tettonica a placche e i processi biologici ora mantengono un flusso continuo di anidride carbonica dall’atmosfera verso questi vari “pozzi” e viceversa.

La minuscola quantità di anidride carbonica residente nell’atmosfera in qualsiasi momento è estremamente importante per il mantenimento della temperatura della superficie terrestre attraverso il effetto serra .

L’effetto serra aumenta la temperatura media della superficie di circa 35 ° C al di sopra di ciò che sarebbe altrimenti

(da una fredda -21 ° C a una confortevole +14 ° C); senza di essa gli oceani si congelerebbero e la vita come sappiamo sarebbe impossibile.

(Anche il vapore acqueo è un importante gas serra.)

 

Terra di Apollo 11La presenza di ossigeno libero è abbastanza notevole dal punto di vista chimico.

L’ossigeno è un gas molto reattivo e in circostanze “normali” si combina rapidamente con altri elementi.

L’ossigeno nell’atmosfera terrestre è prodotto e mantenuto da processi biologici. Senza vita non ci sarebbe ossigeno libero.

 

L’ interazione tra la Terra e la Luna rallenta la rotazione della Terra di circa 2 millisecondi al secolo.

La ricerca attuale indica che circa 900 milioni di anni fa c’erano 481 giorni di 18 ore in un anno.

 

La Terra ha un modesto campo magnetico prodotto da correnti elettriche nel nucleo esterno.

L’interazione del vento solare , del campo magnetico terrestre e dell’atmosfera superiore terrestre provoca le aurore (vedi il mezzo interplanetario ).

Le irregolarità in questi fattori causano il movimento e persino l’ inversione dei poli magnetici rispetto alla superficie;

il polo nord geomagnetico si trova attualmente nel nord del Canada. (Il “polo nord geomagnetico” è la posizione sulla superficie terrestre direttamente sopra il polo sud del campo terrestre.)

 

Il campo magnetico terrestre e la sua interazione con il vento solare producono anche le fasce di radiazione di Van Allen, una coppia di anelli a forma di ciambella di gas ionizzato (o plasma) intrappolati nell’orbita attorno alla Terra. La cintura esterna si estende da 19.000 km di altitudine a 41.000 km; la cintura interna si trova tra 13.000 km e 7.600 km di altitudine.

 

Satellite terrestre

La Terra ha un solo satellite naturale, la Luna . Ma

migliaia di piccoli satelliti artificiali sono stati anche messi in orbita attorno alla Terra.

Asteroids 3753 Cruithne e 2002 AA29 hanno complicate relazioni orbitali con la Terra; non sono veramente lune, viene usato il termine “compagno”. E ‘in qualche modo simile alla situazione con Saturno lune s’ Giano ed Epimeteo .

Lilith non esiste ma è una storia interessante.