ECM (10 crediti) gratuito per infermieri e medici “Corso base di elettrostimolazione ed elettrofisiologia cardiaca”

ECM (10 crediti) gratuito per infermieri e medici “Corso base di elettrostimolazione ed elettrofisiologia cardiaca”

ll corso ECM della durata di 10 ore sarà on line dal 1 agosto al 21 dicembre 2022.

La partecipazione è gratuita. Questo è un evento ECM accreditato con il N. 357837, edizione N. 0. Crediti rilasciati: 10.

Accreditato per:

MEDICO CHIRURGO: cardiochirurgia; cardiologia; chirurgia generale; chirurgia toracica; chirurgia vascolare; continuità assistenziale; geriatria; medicina dello sport; medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza; medicina generale (medici di famiglia); medicina interna;Infermiere; tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolareIl corso si compone di 12 documenti pdf da studiare on line sulla piattaforma fad. Al termine dello studio dell’intero corso per un totale minimo di 10, potrà avere accesso al  test di apprendimento e al questionario qualità (Customer).

L’attestato ECM sarà inviato successivamente dalla segreteria.

Per conoscere tutte le informazioni sul triennio in scadenza sui crediti ECM clicca qui.

Per potersi iscrivere clicca qui

Redazione NurseTimes

Medico aggredito Lignano “Non toccarmi, sei nero, mi attacchi le malattie” 
ECM (10 crediti) gratuito per infermieri e medici “Corso base di elettrostimolazione ed elettrofisiologia cardiaca”
Infermieri utilizzati per la ricerca degli ovuli di droga nelle feci dei trafficanti  
Facchinetti “Gli infermieri italiani sono persone incredibili ma tra i meno pagati d’Europa”
Tempo QT ed E.C.G., come riconoscerlo. Patologie correlate
L’articolo ECM (10 crediti) gratuito per infermieri e medici “Corso base di elettrostimolazione ed elettrofisiologia cardiaca” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Infermieri utilizzati per la ricerca degli ovuli di droga nelle feci dei trafficanti  

Infermieri utilizzati per la ricerca degli ovuli di droga nelle feci dei trafficanti  

Nursing Up: pronti a dare battaglia contro l’idea inaccettabile di utilizzare gli infermieri per la ricerca degli ovuli di droga nelle feci dei trafficanti. Inviata una lettera di diffida all’Amministrazione della Città della Salute di Torino

Il Nursing Up, sindacato degli infermieri e delle professioni sanitarie diffida l’Amministrazione della Città della Salute dal dare seguito alla proposta, circolata in questi giorni anche sugli organi di stampa e che sarebbe al vaglio dell’assessorato alla Sanità, di attribuire agli infermieri delle Molinette il compito di cercare ovuli di droga ingeriti dai trafficanti e poi evacuati, recuperandoli manualmente nelle loro feci. 

Il Nursing Up è totalmente contrario a questa iniziativa, che rappresenta di fatto una grave e inaccettabile imposizione, che lede in modo palese e irrispettoso non solo la dignità degli infermieri delle Molinette ma quella della professione intera. 

Se questo intento verrà in qualsiasi modo portato avanti, il Nursing Up è pronto ad una durissima reazione, a tutela di tutti gli infermieri e di professionisti della sanità, mettendo in campo ogni strumento a disposizione. Già oggi, il Nursing Up ha inviato una lettera che diffida l’Amministrazione delle Molinette e della Città della Salute dal procedere con questa iniziativa.

“Apprendiamo con incredulità e sgomento dagli organi di stampa che l’assessorato regionale alla sanità intenderebbe affidare agli infermieri delle Molinette la ricerca manuale di corpi di reato tra le feci dei fermati dalle forze dell’ordine. Se questo corrispondesse effettivamente al vero, si tratterebbe di un fatto molto grave: siamo pronti ad opporci con ogni strumento a nostra disposizione”. Lo hanno dichiarato il Segretario Regionale Nursing Up Piemonte, Claudio Delli Carri e il Segretario Aziendale Nursing Up Città della Salute, Ivan Bufalo.

“Come abbiamo letto, tutto nasce dall’esigenza dell’autorità giudiziaria di recuperare gli ovuli di droga ingeriti da corrieri e spacciatori nel momento in cui questi vengono evacuati – proseguono Delli Carri e Bufalo -. Tale attività, che non ha alcun carattere sanitario ma esclusivamente di pubblica sicurezza, è una competenza giustamente attribuita all’amministrazione penitenziaria ed espletata sotto sorveglianza degli agenti di polizia, attraverso l’ausilio di un macchinario appositamente utilizzato a tale scopo: una sorta di wc portatile dotato di un meccanismo capace di separare gli ovuli di droga dalle feci. Sta di fatto che il macchinario in dotazione al carcere Lorusso e Cutugno di Torino si è rotto e fino all’acquisto di uno nuovo non resterebbe che ricercare gli ovuli manualmente nelle feci. Gli agenti di polizia penitenziaria pare siano contrari, e allora qual è stata la pensata dell’assessorato regionale alla Sanità e dell’assessore Icardi? Farlo fare agli infermieri delle Molinette!”.

Il Segretario Regionale Nursing Up, Claudio Delli Carri, e il segretario provinciale Nursing Up di Torino, Giuseppe Aleo, attaccano: “Per noi è una soluzione illegittima e inaccettabile che lede la dignità non solo degli infermieri delle Molinette ma della professione intera.  Siamo pronti a dare battaglia, a mobilitare gli infermieri sul territorio, a coinvolgere gli ordini professionali per quanto di loro competenza e a denunciare i responsabili nelle sedi opportune per attività demansionante ai danni degli infermieri. Ricordiamo che la nostra è e resta prima di tutto una professione sanitaria ed intellettuale”.

Il Segretario Aziendale Nursing Up della Città della Salute, Ivan Bufalo conclude: “Ancora una volta la politica ci mostra il suo volto peggiore. Siamo nuovamente di fronte al gioco in cui, da un lato si elogia il valore degli infermieri per opportunismo e solo a parole, e dall’altro li si vessa nei fatti non assegnando loro le risorse necessarie allo svolgimento del lavoro? 

Come detto, siamo assolutamente contrari a questa idea che vorrebbe assegnare agli infermieri mansioni di bassissima levatura che li mortificherebbero e che esulerebbero del tutto dalle loro competenze. 

Ci auguriamo, dunque, che la direzione della Città della Salute non si presti a questa iniziativa, e che tuteli la propria funzione sanitaria, così come la dignità dei propri dipendenti. Noi, dal nostro canto, siamo pronti a dare battaglia in ogni modo: non consentiremo che i nostri colleghi vengano umiliati. Il primo atto è stato la lettera di diffida inviata oggi”.

Redazione NurseTimes

Medico aggredito Lignano “Non toccarmi, sei nero, mi attacchi le malattie” 
ECM (10 crediti) gratuito per infermieri e medici “Corso base di elettrostimolazione ed elettrofisiologia cardiaca”
Infermieri utilizzati per la ricerca degli ovuli di droga nelle feci dei trafficanti  
Facchinetti “Gli infermieri italiani sono persone incredibili ma tra i meno pagati d’Europa”
Tempo QT ed E.C.G., come riconoscerlo. Patologie correlate
L’articolo Infermieri utilizzati per la ricerca degli ovuli di droga nelle feci dei trafficanti   scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Facchinetti “Gli infermieri italiani sono persone incredibili ma tra i meno pagati d’Europa”

Facchinetti “Gli infermieri italiani sono persone incredibili ma tra i meno pagati d’Europa”

Francesco Facchinetti noto personaggio televisivo, cantante, disc jockey, imprenditore e agente dello spettacolo italiano, dedica la sua storia di Instagram a tutto il personale sanitario, medici e infermieri all’indomani della sua esperienza ospedaliera per un problema “non grave” di salute.

Questo è il motivo per cui negli ultimi giorni Facchinetti è stato assente dai social facendo preoccupare i suoi follower. Il motivo è stato raccontato poche ore fa dal produttore musicale su Instagram per spiegare di aver avuto dei problemi di salute che hanno reso necessario il ricovero in ospedale e un intervento chirurgico.

Nessun ulteriore dettaglio in merito alla natura del malessere. Facchinetti ha assicurato di stare bene e di essere tornato a casa.

Il prosieguo delle storie Instagram Francesco lo ha voluto dedicare ai medici, infermieri e a tutto il personale sanitario che ogni giorno cura le persone e salva anche vite.

“In questi giorni non ho postato nulla perché ho avuto parecchie problematiche vi assicuro molto fastidiose – riferisce Facchinetti – che riguarda la mia salute sono andato all’ospedale niente di gravissimo mi hanno operato mi hanno rispedito a casa sono vivo e vegeto e sfortunatamente per voi sono ancora qua”.

Nel suo periodo di degenza Facchinetti ha avuto modo di conoscere medici, infermieri, oss e tutto il personale sanitario.

“Detto questo tornando a casa ho pensato – continua – quanto fossero incredibili tutte le persone che lavorano in un ospedale: medici, professori, dottori, infermieri, ecc. ecc.. Sono delle persone incredibili perché non solo risolvono problematiche non gravissime come la mia, ma salvano anche le vite”.

Nella sua storia linka un nostro articolo dal titolo “Gli infermieri italiani i meno pagati d’Europa peggio di noi solo Grecia ed Estonia” che riprende il triste primato del “belpaese”.

“Si signori, l’infermiere italiano è sempre li, agli ultimi posti di una “amara” classifica che lo vede, nel Vecchio Continente, collocarsi in una posizione dove solo Grecia ed Estonia stanno peggio di noi.

I 27.382 euro annui di media dei professionisti di casa nostra rappresentano una cifra lontana anni luce dai 32.092 della Francia, dai 34.212 della Spagna, per non parlare delle “isole felici” Germania (45.000) e Irlanda (48.167). Il Lussemburgo con i suoi 91.920 euro di media all’anno di stipendio rappresenta poi decisamente un altro pianeta” continua così la storia su Instagram.

“Uno potrebbe dire ma non sono poche ma allora – continua Facchinetti – Compariamo questa cosa con chi invece non salvano le nostre vite ma le complicano: sono nostri politici. Deputati e senatori hanno due stipendi diversi di poco mediamente guadagnano 14mila euro al mese. Quindi da una parte chi cerca di salvare le nostre vite guadagna mediamente 1700 € al mese, chi le complica invece guadagna 14.000 € al mese ai posteri l’ardua sentenza. Ultima cosa sapete quale il paese la nazione dove i politici guadagnano di più in tutto il mondo? Indovinate? L’Italia!”

Non possiamo che apprezzare il messaggio di Francesco Facchinetti, che ringraziamo a nome degli infermieri italiani, sperando che arrivi nei piani alti della politica che solo qualche mese fa ci considerava “eroi”.

Redazione NurseTimes

Medico aggredito Lignano “Non toccarmi, sei nero, mi attacchi le malattie” 
ECM (10 crediti) gratuito per infermieri e medici “Corso base di elettrostimolazione ed elettrofisiologia cardiaca”
Infermieri utilizzati per la ricerca degli ovuli di droga nelle feci dei trafficanti  
Facchinetti “Gli infermieri italiani sono persone incredibili ma tra i meno pagati d’Europa”
Tempo QT ed E.C.G., come riconoscerlo. Patologie correlate
L’articolo Facchinetti “Gli infermieri italiani sono persone incredibili ma tra i meno pagati d’Europa” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Tempo QT ed E.C.G., come riconoscerlo. Patologie correlate

Tempo QT ed E.C.G., come riconoscerlo. Patologie correlate

Il tempo QT all’elettrocardiogramma rappresenta una alterazione della qualità della conduzione cardiaca ed è un parametro elettrocardiografico intimamente correlato alla frequenza cardiaca: all’aumentare della stessa esso diminuisce!E’ definito come il momento in cui comincia la contrazione ventricolare e si conclude la ricarica elettrica che avviene dopo ogni battito.

L’aspetto caratteristico di allungamento dell’intervallo QT e i tempi, sono indicati nella figura che segue:

QT

Talvolta si ragiona processando il QTc (tempo QT corretto) che si ottiene:

o mediante l’utilizzo di tavole;o con la formula di Bazett: QTc = QT/ radice quadrata di RR.E’convenzionalmente osservabile, misurabile e attendibile analizzando le derivazioni  V5 (Precordiale) e D2 (Periferica).

La cosiddetta Sindrome del QT lungo puo essere indotta o genetica.

La forma indotta, la si riscontra a seguito di alterazioni dell’equilibrio idro-elettrolitico, come diminuzione dei livelli sierici di potassio, magnesio o calcio oppure a seguito alla somministrazione di farmaci che alterano l’impulso cardiaco e la sua propagazione come ad esempio Metadone, Levo alpha acetilmetadolo, Alloperidolo, Chetiapina, Tioridazina, Droperidolo, Eritromicina, Sotalolo, Amiodarone, Chinidina, Procainamide, fluorochinoloni

Le forme genetiche  ricordano la variante autosomica dominante nota come sindrome di ROMANO WARD oppure la patologia autosomica recessiva nota come  Sindrome di JERVELL LANGE NIELSEN.

Il video che segue indica didatticamente la conduziuone del segnale elettrico in presenza della suddetta Sindrome: https://www.youtube.com/watch?v=3n3So15GY34

Clinicamente la Sindrome del QT lungo si presenta con una sincope a seguito di uno sforzo fisico e solitamente in età giovanile; non sono escluse lipotimie o sincopi anche a riposto.

Generalmente la terapia del QT lungo è fidelizzata all’utilizzo di Beta-Bloccanti per ridurre l’attività mediata dall’automatismo cardiaco

Un criterio diagnostico valido per la valutazione del rischio di possibilità di Sindrome del QT lungo è il QT DIAGNOSTIC SCORE con un cut off di punteggio = o > a 4 suggestivo per alta probabilità di QT lungo.

 

L’allungamento del tempo QT può far degenerare la manifestazione clinica in morte improvvisa, per arresto cardiaco a seguito di fibrillazione ventricolare.

CALABRESE Michele

Articoli correlati

La Sindrome di Brugada e morte improvvisa: ECG

L’infermiere Specialista in unità coronarica: come interpretare un ECG

Posizionamento elettrodi ECG nel lattante e nell’adulto

Sindrome scimitarra, dispnea ed ECG

Fibrillazione Atriale, interpretazione Ecg e nuove frontiere
L’articolo Tempo QT ed E.C.G., come riconoscerlo. Patologie correlate scritto da Michele Calabrese è online su Nurse Times.

Concorso pubblico per 75 posti di infermiere e 97 di dirigente medico presso l’INAIL

Concorso pubblico per 75 posti di infermiere e 97 di dirigente medico presso l’INAIL

L’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro rende noto che  il  giorno  22  agosto  2022 saranno pubblicati sul proprio sito istituzionale: www.inail.it  – amministrazione trasparente – bandi di concorso – archivio concorsi – i bandi della procedura comparativa e di verifica di idoneità, per titoli e colloquio per l’assunzione di 170 tra medici e infermieri.

I concorsi INAIL che saranno banditi sono finalizzati, nello specifico, alla copertura dei seguenti posti di lavoro:

n. 97 posti nel profilo di dirigente medio di primo livellon. 75 posti nel profilo di infermiereLe risorse selezionate saranno assunte con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, per un periodo di 3 anni (36 mesi).

Le domande  di  partecipazione  potranno  essere  presentate  con modalità  esclusivamente  telematica, utilizzando l’applicazione informatica presente sul sito istituzionale dalle  ore  8,00  del  23 agosto 2022 fino alle ore 17,00 del 6 settembre 2022.

L’ avviso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 64 del 12 agosto 2022,

Per poter visualizzare i bandi clicca qui.

Redazione NurseTimes

Tempo QT ed E.C.G., come riconoscerlo. Patologie correlate
Concorso pubblico per 75 posti di infermiere e 97 di dirigente medico presso l’INAIL
Infermiere del pronto soccorso massacrato con pugni al volto: è in gravi condizioni 
La base del Nursing moderno: Florence Nightingale
Leptospirosi: cos’è, come si prende, manifesta e cura
L’articolo Concorso pubblico per 75 posti di infermiere e 97 di dirigente medico presso l’INAIL scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.