Scambiarono urine di paziente coinvolta in un incidente stradale: medico e infermiera a processo

Sono entrambi finiti a processo con le accuse di favoreggiamento, falso e truffa ai danni dello Stato e per questo dovranno difendersi in tribunale il prossimo 23 aprile.
Si tratta di un medico ed un’infermiera dipendenti dell’ospedale Sacra Famiglia di Novafeltria, in provincia di Rimini. Secondo l’accusa, i due professionisti avrebbero scambiato un campione di urine prelevato ad una 29enne coinvolta in un incidente stradale con quelle del medico stesso, per evitare guai alla ragazza.
La giovane è comunque risultata in stato di alterazione psicofisica, in seguito a successivi esami ematici effettuati nei quali sarebbe emersa la presenza di sostanze stupefacenti.
Simone Gussoni
L’articolo Scambiarono urine di paziente coinvolta in un incidente stradale: medico e infermiera a processo scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.

Un ulivo in memoria dell’infermiere Max Altadonna, scomparso improvvidamente a 45 anni, abbellirà il “suo Pronto Soccorso”

Un ulivo in memoria di Max Altadonna è stato piantato all’interno dell’ospedale di Bolzano.

L’infermiere in servizio presso il Pronto Soccorso è deceduto improvvisamente lo scorso mese di gennaio, all’età di soli 45 anni. Ricopriva da anni anche il ruolo di vice coordinatore nella sua unità operativa.

È stato ricordato nella giornata di ieri da molti amici e colleghi. Alla cerimonia di posatura della pianta, portata a termine dai giardinieri della fioreria Reider, hanno presenziato anche la mamma Maria, il papà Alessandro e la sorella Alessandra.

L’albero donato dai colleghi del San Mauriziano è poi stato benedetto dal sacerdote del nosocomio bolzanino.

“Mio figlio era generoso e molto benvoluto da tutti per la sua umanità“, ha ricordato il padre di Max.

Simone GussoniL’articolo Un ulivo in memoria dell’infermiere Max Altadonna, scomparso improvvidamente a 45 anni, abbellirà il “suo Pronto Soccorso” scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.

Consorzio Isola di Ariano Servizi Sociali di Corbola: concorso per Oss

Bando di concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di n° 10 posti di “operatore socio sanitario” – a tempo indeterminato e pieno- categoria giuridica b – posizione economica b 1 del Ccnl comparto regioni ed autonomie locali

Le domande, redatte obbligatoriamente secondo il fac-simile all. 1) allegato al presente bando, datate e sottoscritte dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo dell’Ente entro il entro il 05/01/2020, secondo le seguenti modalità:

Presentazione diretta della domanda di ammissione alla selezione, e della relativa documentazione, redatta in carta semplice esclusivamente sull’apposito modulo allegato al presente avviso, all’Ufficio Protocollo dell’Ente, nei giorni di apertura al pubblico, situato in Via Roma, 673 – 45015 CORBOLA (RO), in busta chiusa sulla quale si dovrà riportare la seguente dicitura: “CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N° 10 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO- CAT. B 1”. La presentazione all’Ufficio Protocollo potrà avvenire nei giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle 12.00. Spedizione a mezzo servizio postale, con raccomandata A/R della domanda di ammissione alla selezione, e della relativa documentazione, redatta in carta semplice esclusivamente sull’apposito modulo allegato al presente avviso, allo stesso indirizzo indicato nella lettera a). Le domande spedite via posta dovranno riportare sulla busta chiusa la dicitura “CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N° 10 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO- CAT. B 1”. Invio del modulo di domanda con modalità telematica e precisamente:Invio di un messaggio di posta elettronica certificata con oggetto: “CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER N° 10 POSTI DI OPERATORE SOCIO SANITARIO- CAT. B 1” con allegato il modulo di domanda debitamente compilato all’indirizzo di posta elettronica certificata del protocollo del Consorzio Isola di Ariano Servizi Sociali (protocollo.ciass@legalmail.it). La domanda deve pervenire da una casella di posta elettronica certificata rilasciata personalmente al candidato da un gestore di PEC iscritto nell’apposito elenco tenuto dal CNIPA.Alle domande inviate per via telematica alla casella
istituzionale di PEC del Protocollo del C.I.A.S. dovranno essere
obbligatoriamente allegati inoltre:

Scansione dell’originale di un valido documento di riconoscimento;Scansione dell’originale di eventuali documenti in carta semplice per il riconoscimento a favore del candidato delle preferenze di legge nel caso di parità di punteggio in graduatoria e dichiarate nella domanda di partecipazione;Scansione, per i concorrenti portatori di handicap, che nella domanda di partecipazione abbiano richiesto l’ausilio e/o tempi aggiuntivi per l’espletamento delle prove, dell’eventuale certificazione sanitaria che specifichi gli elementi essenziali in ordine a tali benefici, al fine di consentire all’Amministrazione di predisporre per tempo i mezzi e gli strumenti atti a garantire una regolare partecipazione alla selezione;Scansione dell’originale della ricevuta comprovante il versamento del contributo di partecipazione al concorso pari ad Euro 10,00 (le modalità di versamento vengono indicate in seguito).Pubblicato sulla GU n.96 del 06-12-2019, scade il 5/01/2020.

Redazione Nurse Times

Allegati

BANDO CONCORSO 10 POSTI OSS (252 kB)

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE CONCORSO OSS (41 kB)
L’articolo Consorzio Isola di Ariano Servizi Sociali di Corbola: concorso per Oss scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Speranza “Presentato emendamento che consentirà a moltissimi lavoratori di uscire finalmente dalla precarietà”

Ministro Speranza “Su mia proposta, è stato appena depositato un emendamento che, estendendo i termini della legge Madia per il comparto sanità, consentirà a moltissimi lavoratori di uscire finalmente dalla precarietà”

Interviene con un post su Facebook il Ministro della Salute Roberto Speranza annunciando un emendamento del Governo alla manovra depositato in Commissione Bilancio al Senato.

Battersi contro la precarietà del lavoro è sempre giusto. Lo è ancora di più se si parla di persone che ogni giorno si…Gepostet von Roberto Speranza am Samstag, 7. Dezember 2019
“È una scelta giusta che migliorerà la qualità delle loro vite e renderà il Servizio Sanitario Nazionale più forte, a vantaggio di tutti noi”.

Questo il testo dell’emendamento.Dopo l’articolo 55 aggiungere il seguente:Art.55 bis(Disposizioni in materia di precariato del Servizio sanitario nazionale)1. All’articolo 20 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, e s.m., dopo il comma 11, è inserito il seguente:“11-bis. Allo scopo di fronteggiare la grave carenza di personale e superare il precariato, nonché per garantire la continuità nell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza, per il personale medico, tecnico-professionale e infermieristico, dirigenziale e non del Servizio sanitario nazionale, le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 si applicano fino al 31 dicembre 2022. Ai fini del presente comma il termine di cui al requisito del comma 1, lettera c) e del comma 2, lettera b) è stabilito alla data del 30 giugno 2019.”.

Questo quanto prevedono i commi 1 e 2 dell’articolo 20 della legge 75/2017, che si applicheranno fino al 31 dicembre 2012. 

Nel testo si disponeva che le amministrazioni, al fine di superare il precariato, ridurre il ricorso ai contratti a termine e valorizzare la professionalità acquisita dal personale con rapporto di lavoro a tempo determinato, potevano assumere a tempo indeterminato personale non dirigenziale che possegga tutti i seguenti requisiti:a) risulti in servizio successivamente alla data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015 con contratti a tempo determinato presso l’amministrazione che procede all’assunzione;b) sia stato reclutato a tempo determinato, in relazione alle medesime attività svolte, con procedure concorsuali anche espletate presso amministrazioni pubbliche diverse da quella che procede all’assunzione;c) abbia maturato, al 30 giugno 2019 (modifica introdotta dall’emendamento), alle dipendenze dell’amministrazione che procede all’assunzione almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni.

Inoltre, si disponeva che le amministrazioni, potessero bandire, in coerenza con un piano triennale dei fabbisogni, procedure concorsuali riservate, in misura non superiore al 50% dei posti disponibili, al personale non dirigenziale in possesso di tutti i seguenti requisiti:

a) risulti titolare, successivamente alla data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015, di un contratto di lavoro flessibile presso l’amministrazione che bandisce il concorso;b) abbia maturato, alla data del 30 giugno 2019 (modifica introdotta dall’emendamento), almeno tre anni di contratto, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, presso l’amministrazione che bandisce il concorso.

Redazione Nurse Times
L’articolo Speranza “Presentato emendamento che consentirà a moltissimi lavoratori di uscire finalmente dalla precarietà” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Infermiere, prescrizione e competenze: Pills Congresso Nazionale CNAI

Infermiere, prescrizione e competenze: Pills Congresso Nazionale CNAI

Si è concluso lo scorso 6 Dicembre dopo due intensi giorni di  confronto ed autorevoli relatori il Congresso Nazionale CNAI di Lecce

Organizzato dall’Associazione CNAI Salentum l’evento ha visto il confronto tra diversi esperti del settore Sanitario, con ampio spazio alla Professione Infermieristica e al suo processo evolutivo.

Ospiti Colleghi esteri, la Dr.ssa Gema AREVALO ALONSO (Head of International Relations AET, Spagna) e il Prof. Alfonso MENESES MONROY (Univ. Complutense Madrid, Spagna) che hanno evidenziato i diversi percorsi didattici del professionista in Spagna  e le sue competenze avanzate dopo consone certificazioni e percorsi  di studi abilitanti. La loro relazione era intitolata “La pratica specialistica, la pratica avanzata e la prescrizione infermieristica in Spagna”.

Dr.ssa Gema AREVALO ALONSO (Head of International Relations AET, Spagna) e il Prof. Alfonso MENESES MONROY (Univ. Complutense Madrid, Spagna) Spazio anche alla Dr.ssa Blerina DUKA Presidente UISH, Albania, che ha erudito sul percorso in Albania e spiegato che nel suddetto stato la Professione Infermieristica è amalgamata ad un albo al quale afferiscono altri Professionisti Sanitari (Fisioterapisti, Ostetriche, Tecnici …..). Un Albo unico che snellisce la burocrazia e rafforza il potere di rappresentanza professionale ai tavoli di trattative.

dott.ssa Blerina DUKA Presidente UISH, Albania Giornate intense con confronti  e nozioni didattiche concrete, che hanno illustrato l’importanza dell’autonomia dell’Infermiere nelle cure domiciliari, nel panorama dei trapianti d’organo, nelle best-practice in stomaterapia e sale operatorie, fino a giungere alla gestione del paziente nel contesto di snellimento del Pronto Soccorso con il See and Treat ed esecuzione di ecografia in elezione ed  in emergenza (dal PICC Team alla FAST dell’extra-ospedaliero).

CNAI si dimostra ancora una volta associazione ricca di contenuti con capitale Professionale di alti livelli, ed apre le sue porte anche agli studenti con proposte di istituire Nuclei Studenteschi locali con lo scopo di potenziare l’identità infermieristica dell’infermiere che sarà.

Premiazione di uno dei Poster presentati al CongressoInfatti in occasione del Congresso sono stati premiati Poster di lavoro tanto di Studenti quanto di Colleghi che hanno realizzato un progetto di ricerca valido e con valore aggiunto al panorama socio-sanitario in toto.

In occasione della “due gironi di Lecce” si è dato spazio all’iniziativa Nursing Now (Vedi www.nursetimes.org)

L’ultima giornalista di lavori congressuali si è conclusa con l’invito a disquisire sullo stato dell’arte dell’Infermiere interrogando alla Tavola Rotonda rappresentanti OPI, rappresentanti di sigle Sindacali e Politiche.

Direttore Generale ASL Lecce e Vice-Presidente CNAI Nazionale Sindaco di LecceProssimi appuntamenti formativi Nazionali ed Internazionali saranno palesati nelle prossime ore sul sito www.cnai.info.

CALABRESE Michele
L’articolo Infermiere, prescrizione e competenze: Pills Congresso Nazionale CNAI scritto da Michele Calabrese è online su Nurse Times.