A 9 anni si laurea in Ingegneria:“Ora farò Medicina per progettare organi artificiali da grande”

Ha 9 anni il giovane studente universitario da Guinness che sta per conseguirà la laurea in Ingegneria Elettronica.

Si tratta di Laurent Simons, bambino prodigio di origine belga che vanta un Quoziente Intellettivo pari a 145. Conseguirà la sua prima laurea nel mese di dicembre ma non sembra intenzionato a fermarsi.

Ha completato l’intero percorso di studi universitari in soli 9 mesi, ed ora si è dichiarato pronto a conseguire la sua seconda laurea intraprendendo la facoltà di Medicina e Chirurgia.

Laurent ha battuto il record del suo predecessore, Michael Kearney, che, nel 1994, aveva conseguito la laurea in Scienze Geologiche presso l’Università dell’Alabama all’età di soli 10 anni. Come riportato dal Daily Mail, si tratta del “più giovane laureato di sempre”.

″È lo studente più sveglio che abbiamo mai avuto”, raccontano i docenti universitari di Laurent. Il bambino ha dimostrato capacità superiori alla media riuscendo a risolvere in poche ore problemi per i quali uno studente adulto impiegherebbe settimane.

Il giovanissimo laureando in Ingegneria ha le idee molto chiare su cosa voglia fare da grande: conseguirà anche la laurea in Medicina e Chirurgia per poter sviluppare organi artificiali.

Simone Gussoni

L’articolo A 9 anni si laurea in Ingegneria:“Ora farò Medicina per progettare organi artificiali da grande” scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.

Diciottenne in arresto cardiaco in palestra, infermiere in pensione le salva la vita

Un’ennesima vita è stata salvata da un infermiere che si trovava nel posto giusto al momento giusto. I fatti risalgono a ieri sera, quando una 18enne che si stava allenando in una palestra ad Aurisina.

La ragazza, crollata improvvisamente al suolo priva di conoscenza, è stata rianimata dal professionista chiamato sul posto dalla figlia.Il fatto è accaduto poco prima delle ore 22, quando lo stabilimento era prossimo alla chiusura.

Tullio Simeoni, 62enne ex dipendente del 118 ed istruttore BLSD ha compreso subito la gravità della situazione subentrando ad un ragazzo che stava tentando di iniziare le manovre, guidato telefonicamente dall’operatore della centrale.

“Ero appena tornato a casa quando, alle 21.46, ho ricevuto una chiamata da parte di mia figlia. Era molto agitata e ho subito capito che fosse successo qualcosa di grave. Mi ha detto di andare immediatamente nella palestra comunale perché una sua compagna di squadra era caduta a terra e non dava più segni di vita.”

Ha avviato le procedure di rianimazione cardiopolmonare applicando le piastre del defibrillatore semi-automatico presente nella palazzina. Alcune scariche sono state erogate prima dell’arrivo dell’ambulanza e dell’automedica inviate dalla centrale operativa del Numero Unico Emergenza 112.

La ragazza è stata stabilizzata e trasferita in codice rosso all’ospedale di Cattinara. La diciottenne è tuttora ricoverata in coma farmacologico nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni restano critiche ma stabili.

Simone GussoniL’articolo Diciottenne in arresto cardiaco in palestra, infermiere in pensione le salva la vita scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.

Al via il primo ASI/ESA Joint Post Doc

L’iniziativa è frutto della collaborazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana e quella europea

Oggi Dario Spiller, un brillante giovane ricercatore italiano, vincitore di una accurata selezione, inizia il suo periodo di post-dottorato, di due anni, in Osservazione della Terra e Artificial Intelligence, presso il Phi-Lab di ESRIN a Frascati.

La nuova iniziativa di collaborazione portata avanti dall’Unità Attività di Formazione dell’ASI e dal PhiLab di ESRIN, i laboratori di Osservazione della Terra dell’ESA, è la prima di altre iniziative che si svilupperanno e che puntano alla crescita professionale e all’alta formazione di giovani italiani.

Nella foto il “benvenuto” a Dario, del Direttore di ESRIN Josef Aschbacher con il team congiunto ASI/ESA: l’ing. Alfonso Lamanna responsabile dell’Unità Attività di Formazione ASI, la dr.ssa Sabrina Ricci dell’Unità UAF e point of contact ASI e il dr Pierre Philippe Mathieu responsabile del Phi Lab.

The post Al via il primo ASI/ESA Joint Post Doc appeared first on ASI.

Tappe di avvicinamento verso il Consiglio Ministeriale dell’ESA

Tappe di avvicinamento verso il Consiglio Ministeriale dell’ESA

Per l’ASI un coinvolgimento e una condivisione globale con tutti i protagonisti spaziali italiani è elemento essenziale del successo della delegazione nazionaleCondividere con tutti gli attori del settore spaziale è l’obiettivo dell’ASI per ribadire e condividere le prossime proposte che l’Italia porterà all’appuntamento spagnolo Consiglio Ministeriale Space19+. Un passo di questa scelta partecipativa è stato il workshop sullo “Stato delle proposte ESA per il Consiglio Ministeriale di Siviglia” che si è svolto ieri presso l’ASI.

L’avvio dei lavori è avvenuto con un intervento del presidente dell’ASI, Giorgio Saccoccia, di fronte ad una folta platea di partecipanti in rappresentanza di circa 50 imprese del settore e delle tre Associazioni nazionali del comparto AIAD, AIPAS, ASAS. I Consigli ministeriali di ESA si svolgono di norma ogni tre anni ed approvano le attività ed i relativi stanziamenti finanziari per il Programma Obbligatorio e per i Programmi Opzionali gestiti dall’ESA. Il Consiglio ministeriale ESA del 2019, per la natura ed entità dei programmi proposti, determinerà gli assetti programmatici ed industriali in Europa per il prossimo decennio.

Il Presidente ha illustrato le principali linee programmatiche che ESA ha elaborato e che saranno oggetto di discussione, di modifica ed approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dei Paesi Membri dell’ESA a Siviglia i prossimi 27-28 novembre. In questa occasione verranno decisi investimenti per programmi di sviluppo da 3 a 6 anni di spesa (in base alle caratteristiche del singolo programma approvato).

Durante l’incontro è stato rimarcato che la partecipazione italiana ai programmi dell’ESA è uno dei principali strumenti che concorrono all’attuazione degli obiettivi strategici del Programma Spaziale italiano sulla base degli “Indirizzi di Governo in materia spaziale ed aerospaziale” e che l’Italia ricopre attualmente in Europa ruoli di leadership o co-leadership in molteplici aree programmatiche (Scienza, Esplorazione, EO, Lanciatori, SSA, TLC e Navigazione).

L’ing. Saccoccia ha ricordato, infine, che la posizione italiana alla CM 19+ mira a garantire all’Italia un ruolo adeguato nei programmi dell’ESA per la piena valorizzazione degli investimenti e del know-how già sviluppati nel corso degli ultimi decenni e per favorire un migliore posizionamento competitivo del comparto nazionale.

The post Tappe di avvicinamento verso il Consiglio Ministeriale dell’ESA appeared first on ASI.

Workshop in Nursing all’edizione 2020 del MIS4TEL

L’atteso evento si svolgerà dal 17 al 19 giugno a L’Aquila.

La Conferenza internazionale su metodologie e sistemi intelligenti
per l’apprendimento avanzato della tecnologia- MIS4TEL 2020, si
svolgerà a L’Aquila (Palazzo dell’Emiciclo) dal 17 al 19 giugno 2020. Una decima edizione che annovera, tra l’altro,
un Workshop in Nursing che interesserà
la famiglia infermieristica nazionale e non.

L’istruzione è la pietra angolare di ogni società: metodologie e
tecnologie all’avanguardia consentono a ricercatori, progettisti ed esperti di
perseguire soluzioni di Technology Enhanced Learning (TEL) rivolte non solo ai
processi cognitivi, ma anche a fattori motivazionali. Oggi, tecnologie in TEL sono capaci di fornire
soluzioni di apprendimento intelligenti, personalizzate, su misura e motivanti.
I metodi provengono da diversi settori, come la psicologia dell’educazione, la
medicina, l’informatica, e da altre in cui vengono utilizzate collaborazione e
co-working (comunità di progettazione partecipata).

L’appuntamento annuale di MIS4TEL si afferma come un fertile forum
in cui studiosi e professionisti della comunità internazionale, con una vasta
gamma di competenze nel campo del TEL, condividono i risultati e confrontano le
esperienze. Quest’anno, rispetto alle precedenti edizioni, gli argomenti sono
di più, evidenziando il ruolo dei metodi e delle opportunità tecnologiche più
recenti (intelligenza artificiale; sistemi basati su agenti alla robotica;
realtà virtuale).

Nel campo dell’assistenza
infermieristica, i risultati dell’apprendimento coinvolgono gli infermieri,
sia come studenti che come educatori. Come studenti, sono in programmi
accademici di base e post-base. Come educatori, se impegnati in programmi volti
a migliorare i livelli di alfabetizzazione sanitaria della comunità. Secondo alcuni studi, la qualità dei risultati
dell’apprendimento nei programmi accademici infermieristici di base e post-base
potrebbe essere potenzialmente migliorata da sistemi basati sulla tecnologia e
modelli di apprendimento misto. Ma si sa poco sull’uso della tecnologia per
migliorare i livelli di alfabetizzazione sanitaria della comunità.

Questo seminario mira a condividere le migliori conoscenze
disponibili sull’applicazione dei sistemi basati sulla tecnologia nei programmi
accademici infermieristici di base e post-base e nei programmi di educazione
sanitaria volti a migliorare i livelli di alfabetizzazione sanitaria della
comunità. Per farlo
il seminario tratterà tre argomenti: l’istruzione nei programmi accademici
infermieristici che discutano gli effetti della simulazione e di altri sistemi
basati sulla tecnologia per la qualità dell’apprendimento, compresi gli aspetti
etici e legali; i programmi educativi per la salute della comunità che mirano a
discutere l’impatto della tecnologia nel migliorare i livelli di
alfabetizzazione sanitaria della comunità; una panoramica completa dei metodi
basati sulla tecnologia come strumenti utili per migliorare l’apprendimento del
processo infermieristico in contesti clinici.

Per l’occasione saranno accolte domande relative all’utilizzo di
sistemi basati sulla tecnologia per il miglioramento dell’apprendimento nel
campo dell’assistenza infermieristica, occupandosi in particolare di: metodi di
simulazione tradizionali; simulazione su software e web; simulazione ad alta
fedeltà e scenari simulati; impatto dei risultati dell’apprendimento
infermieristico sulla sicurezza dei pazienti; Information Communication
Technology (ICT), e-learning ed e-education; impatto dei sistemi elettronici
per la documentazione clinica sull’apprendimento del processo infermieristico;
impatto delle cartelle cliniche elettroniche mediante tassonomie standardizzate
sull’apprendimento del processo infermieristico; modelli di apprendimento
misto; metodi di apprendimento potenziati dalla tecnologia nei programmi
educativi per la salute della comunità e alfabetizzazione e tecnologia per la
salute.

Il comitato organizzativo, costituito dai professori Loreto Lancia (ordinario di
Infermieristica all’Università di L’Aquila), Rosaria Alvaro (ordinario di Infermieristica all’Università Tor
Vergata) e Celeste M. Alfes (professore
associato presso la Case Western Reserve University di Cleveland, Usa),
aspettano anche i lavori concernenti questi argomenti che, se accettati,
saranno pubblicati da Springer e indicizzati su Scopus. Il termine di scadenza
per la loro presentazione è il 31 gennaio 2020 a: info@mis4tel-conference.net. Info: www.mis4tel-conference.net.

Redazione
Nurse Times

Fonte: Cecri

L’articolo Workshop in Nursing all’edizione 2020 del MIS4TEL scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.