Giornata mondiale della vista: le iniziative in Italia

Distribuzione di materiale informativo, incontri divulgativi sulla prevenzione delle principali patologie oculari e controlli oculistici gratuiti a bordo delle unità mobili oftalmiche in oltre 80 città.

Oggi, secondo giovedì di ottobre, si celebra come ogni
anno la Giornata mondiale della vista,
promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e, in
Italia, dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità
– IAPB Italia onlus, sotto l’alto patronato del presidente
della Repubblica.

Stando ai dati dell’Oms, la disabilità visiva colpisce circa 253 milioni di persone nel mondo, ed è evitabile o trattabile in oltre l’80% dei casi. In Italia si stima che siano quasi 1,5 milioni di ipovedenti e 220mila ciechi. La giornata mondiale rappresenta un momento per ricordare l’importanza del senso che ci fornisce l’80% delle informazioni sul mondo circostante, la necessità di tutelarlo e prendersene cura in ogni fase della vita.

“Prenditi cura della tua vista: guarda che è importante!” è lo slogan scelto per celebrare il 10 ottobre la Giornata mondiale 2019, che vedrà impegnata la IAPB Italia onlus con iniziative su tutto il territorio nazionale per affermare la necessità di prendersi cura della vista a tutte le età.

In oltre 80 città italiane sono previsti la distribuzione di materiale informativo, incontri divulgativi sulla prevenzione delle principali patologie oculari e controlli oculistici gratuiti a bordo delle unità mobili oftalmiche. Grazie alla collaborazione della Società Oftalmologica Italiana, saranno messe a disposizione 30mila visite gratuite per chi non ha mai effettuato controlli specialistici. A ottobre infatti è sufficiente collegarsi al sito www.giornatamondialedellavista.it per riservare un appuntamento, chiamando direttamente lo specialista più vicino indicato nella mappa.

Oggi, giovedì 10 ottobre, dalle 10 alle 13, nella Sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri si terrà il Convegno “Inquinamento ambientale e salute visiva”, articolato in due tavole rotonde. Interverranno specialisti oftalmologi, rappresentanti dell’Oms e delle istituzioni nazionali, esperti di inquinamento ambientale e salute. Saranno approfonditi aspetti riguardanti la possibilità di mantenere la vista in salute, non solo facendosi visitare, ma anche evitando comportamenti dannosi, come lavorare in luoghi chiusi, utilizzare un’illuminazione non appropriata, guardare da vicino gli schermi dei computer e i devices digitali per molte ore al giorno, immersi nella luce blu, senza osservare semplici norme di “igiene oculare”.

Redazione Nurse Times

L’articolo Giornata mondiale della vista: le iniziative in Italia scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Firenze, infermieri protagonisti al Forum Sistema Salute

Appuntamento fissato per oggi e domani alla Stazione Leopolda. Quattro incontri vedono l’Ordine interprovinciale Fi-Pt tra gli organizzatori.

Quattro
eventi che vedranno protagonisti gli infermieri sono in programma a Firenze in occasione del Forum
Sistema Salute. La manifestazione, che si terrà il 10 e l’11 ottobre alla Stazione Leopolda e
sarà dedicata al tema “Rivoluzioni all’orizzonte” mette in calendario
quattro appuntamenti che vedono Opi
Firenze-Pistoia fra gli organizzatori.

Il 10 ottobre sono in programma i convegni
“Lo stato dell’arte delle professioni sanitarie e le prospettive” (delle
9 alle 11) e “Le medicazioni avanzate del cvc in emodialisi: le evidenze
scientifiche, le tecniche e i presidi al servizio dell’Infermiere” (dalle
14:30 alle 18:30).

Venerdì 11 ottobre appuntamento con il Primo
convegno nazionale per le disabilità sensoriali: l’accesso al Servizio
sanitario nazionale (dalle 14 alle 18) e l’incontro su “Infermieri in
Emergenza Urgenza – Rilievi e proposte da chi agisce sul campo” (dalle 14
alle 18).

Ecco il programma di ciascun appuntamento. “Lo stato dell’arte delle professioni
sanitarie e le prospettive” (il 10, dalle 9 alle 11) vedrà gli
interventi di Antonella Cinotti, presidente dell’Ordine delle ostetriche
di Firenze, Danilo Massai, presidente
di Opi Firenze-Pistoia, Teresita Mazzei, presidente dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri
di Firenze, Lauro Mengheri, presidente
dell’Ordine degli psicologi della Toscana, Rita Papi, vicepresidente dell’Ordine
TSRM-PSTRP (Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni
sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione della Toscana)
delle province di Firenze, Arezzo, Prato, Pistoia, Lucca e Massa Carrara. Modera Lisa
Ciardi, giornalista del quotidiano La Nazione.

Nel pomeriggio, spazio a “Le medicazioni avanzate del cvc in emodialisi: le evidenze scientifiche, le tecniche e i presidi al servizio dell’Infermiere” (il 10, dalle 14:30 alle 18:30). Dopo l’introduzione, affidata a DaniloMassai, presidente di Opi Firenze-Pistoia, e a Francesco Rossi, infermiere AOU Careggi e responsabile GIANT, si susseguiranno diversi interventi sul tema. Marisa Pegoraro, infermiera del Servizio emodialisi di Pordenone e referente per gli accessi vascolari parlerà di “Come gestire il CVC in emodialisi? EBM, EBN e BP a servizio dell’infermiere”, mentre Valeria Oriolo, infermiera dell’Azienda Usl Toscana Centro si concentrerà su “Criticità nell’autogestione di CVC e medicazione: agire con interventi educativi è sufficiente?”.

A
seguire Sara Agnolucci, dello
Scientific Affairs & Educational Specialist Vascular Access 3M Italia, con
“Infezioni CVC correlate, commento dati ECDC”, e “Gestione AV in
Emodialisi, le evidenze (medicazioni, linee catetere, prevenzione MARSI);Elisa Corbacella, responsabile scientifico Emodial srl, con “Il
problema delle Infezioni catetere correlate” e “Il trattamento del CVC
con medicazioni avanzate a rilascio di ioni di argento con funzione
antimicrobica e antinfiammatoria”. Infine Patrizia Cozzolino, marketing manager di Emodial
srl, su “La gestione del rapporto con l’Acqua per i pazienti portatori di
CVC”.

Venerdì 11, ecco il Primo convegno
nazionale per le disabilità sensoriali: l’accesso al Servizio sanitario
nazionale (dalle 14 alle 18; 2,8 crediti ECM – Regione Toscana), che punterà
l’attenzione sulla conoscenza della cultura delle persone sorde, approfondendo
le difficoltà che queste affrontano nel quotidiano e quelle correlate all’accesso
alla sanità e alle cure, e fornendo le conoscenze per ridurle. Ma si incentra
anche sulle difficoltà che devono affrontare le persone sorde in ambito
domiciliare, acquisendo le conoscenze per ridurle.

Interverranno: Danilo Massai, presidente di Opi
Firenze-Pistoia, e Jessica Mannari, infermiera, che darà una
panoramica della situazione dei sordi in Italia. Inoltre Roberto
Petrone, docente LIS e presidente provinciale dell’Ente nazionale
sordi, Giovanni Tafi docente LIS e presidente regionale
dell’Ente nazionale sordi, e Giuseppe Petrucci, docente LIS e
presidente nazionale dell’Ente nazionale sordi, dedicheranno il loro intervento
alle difficoltà per i sordi nella vita di tutti i giorni. A
seguire Lorella Galvani, interprete
LIS/BSL/IS/IT/ENG, e Carlo Di Biase,
formatore master MICE, parleranno della cultura sorda e dell’approccio alla sanità. In
chiusura Simone Lascialfari, infermiere
con master in Management delle professioni sanitarie, e gli infermieri Francesco Bruschi e Manuela Bissaro interverranno sul tema
“L’infermiere di pronto soccorso come facilitatore all’accesso alla sanità e
alle cure per le persone sorde”.

Infine “Infermieri in Emergenza Urgenza
– Rilievi e proposte da chi agisce sul campo” (l’11, dalle 14 alle 18)
vedrà il presidente diOpi Firenze-Pistoia, DaniloMassai, introdurre
il tema, per poi lasciare la parola al consigliere dell’Ordine, Roberto
Romano, che farà il punto sullo stato dell’arte dell’area emergenza-urgenza.
A seguire si terrà la presentazione di diversi gruppi di lavoro: il gruppo di lavoro 118, il gruppo
di lavoro DEA, quello per la valorizzazione competenze e
formazione, quello per i nuovi modelli organizzativi equelloper
l’area gestionale.

Quindi
la tavola rotonda, moderata da Roberto Romano e da Paolo
Romani, infermiere del 118, a cui prenderanno parte: Simone
Magazzini, direttore
Dipartimento emergenza urgenza Usl Toscana Centro; Giulio Toccafondi, del centro GRC Regione Toscana;
Danilo Massai, presidente
Opi Firenze-Pistoia; Piero Paolini, direttore dell’area aziendale delle centrali operative
118; Alfonso D’Angelo, dirigente
infermieristico SODS 118 Toscana Centro; Marco Ruggeri, infermiere DEAS Careggi; Novella Cavallero, direttore
generale Laerdal Italia.

Redazione Nurse Times

L’articolo Firenze, infermieri protagonisti al Forum Sistema Salute scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Infermieri: Concorso pubblico per 375 posti al Monaldi-Cotugno-CTO Napoli

In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n° 106 del 08/10/2019 è indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, di n. 375 unità di Infermiere, ctg. D, di cui n. 150 posti riservati ai sensi dell`art. 35, co. 3 bis, lett. a) del D. Lgs. n. 165/2001.

Requisiti specifici di ammissione:

Diploma di Laurea di I° livello (L) in Infermieristica (Classe L/SNT01 Lauree delle Professioni sanitarie Infermieristiche e Professione sanitaria ostetrica) ovvero diploma universitario di Infermiere conseguito ai sensi dell’art. 6, comma 3, del D. Lgs 30.12.1992, n. 502 e s.m.i., ovvero altri diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni (D.M. 27 luglio 2000), al Diploma Universitario, ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici concorsi;Iscrizione all’albo professionale per l’esercizio professionale. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.Per la riserva:

Per i posti riservati ai sensi dell’art. 35, co. 3 bis, lett. a), D. Lgs. n. 165/2001: titolarità di rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato con anzianità, alla data di pubblicazione del presente bando, pari almeno ad anni tre di servizio alle dipendenze dell’A. O. dei Colli di Napoli nello stesso profilo e ruolo messo a concorso, oltre ai prescritti requisiti generali e specifici innanzi indicati.

Si precisa che, conclusa la procedura concorsuale di che
trattasi, in caso di residuale capienza della quota di riserva e/o mancata
utilizzazione anche parziale dei posti riservati e/o assenza di riservatari i
posti residui saranno ricollocati nella quota destinata all’accesso
dall’esterno.

Prove d’esame

L’Azienda, nel caso di un numero elevato di istanze di partecipazione, si riserva di procedere all’espletamento di una prova preselettiva – sono poi previste una prova scritta, una prova pratica e una prova orale – consistente nella somministrazione di quesiti a risposta multipla di cultura generale nonché vertenti sulle materie già indicate quale oggetto della prova scritta.

MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di partecipazione al concorso, pena esclusione, dovrà essere PRODOTTA ESCLUSIVAMENTE TRAMITE PROCEDURA TELEMATICA, presente nel sito https://ospedalideicolli.iscrizioneconcorsi.it, secondo le modalità di seguito indicate. La procedura informatica per la presentazione delle domande sarà attiva a partire dal giorno di pubblicazione, per estratto, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV^ Serie Speciale Concorsi ed Esami, del presente bando, in precedenza pubblicato integralmente sul relativo B.U.R.C., e verrà automaticamente disattivata alle ore 24.00 del TRENTESIMO giorno successivo alla data di pubblicazione sulla G.U., con la precisazione che, qualora tale giorno di scadenza sia festivo, il termine sarà prorogato al primo giorno immediatamente successivo non festivo.

Pertanto, dopo tale termine, non sarà più possibile effettuare la compilazione online della domanda di partecipazione e non sarà ammessa la produzione di altri titoli o documenti a corredo della domanda. Inoltre non sarà più possibile effettuare rettifiche o aggiunte. Il termine di cui sopra è perentorio. Saranno esclusi dal concorso i candidati le cui domande non siano state inviate secondo le modalità di seguito indicate.

Redazione Nurse Times

Allegato

Delibera Concorso Pubblico infermieri
L’articolo Infermieri: Concorso pubblico per 375 posti al Monaldi-Cotugno-CTO Napoli scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

I vantaggi della banda ultra-larga: eseguita la prima operazione di telechirurgia in 5G

Secondo l’ad di Vodafone, la nuova tecnologia avrà un impatto tra i 4 e i 5 miliardi sul Pil.

Una ventina di chilometri separano il paziente sul tavolo
operatorio dal chirurgo che esegue in remoto un intervento di microchirurgia
laser. Il 5G, la banda ultra-larga
su cui Vodafone ha investito in
Italia 2,4 miliardi solo per aggiudicarsi le frequenze, annulla il tempo in
termini di latenza e le distanze. Con un sistema di telechirurgia robotica sviluppato in collaborazione con l’Istituto italiano di tecnologia (Iit), l’ospedale San Marono di Genova e l’ospedale San Raffaele, il chirurgo controlla in tempo reale il robot,
azionando laser e pinze manipolatrici, seguendo su un visore per la realtà
aumentata l’area d’intervento.

Ieri è stato così portato a termine il primo intervento, per
quanto si trattasse di un trial, di telechirurgia su rete 5G in Italia. «Mostriamo alcune delle potenzialità del 5G
nel settore sanità e benessere, uno dei grandi temi su cui avrà impatti molto
profondi», ha detto Aldo Bisio,
amministratore delegato di Vodafone Italia, presentando a Milano il 5G Healthcare,
evento in cui sono state raccontate una quarantina di soluzioni verticali che utilizzano
la nuova tecnologia.

«Il 5G avrà impatti molto profondi e
potenziali di sviluppo, che libereranno un’enormità di risorse che possono
essere dislocate e impiegate in nuovi servizi ancora più estesi ai cittadini – continua Bisio –. Avrà un impatto tra i 4 e i 3 miliardi sul
Pil. Un Pil di alta qualità, fatto di ingegneri, tecnici e persone che
cambieranno il mondo e le comunità in cui viviamo».

Dei 41 progetti presentati ieri, 38 sono già operativi e, di
questi, 9 sono legati alla sanità, con soluzioni verticali che spaziano dal soccorso al consulto a distanza e al monitoraggio
remoto. La nuova frontiera del teleconsulto a distanza prevede l’invio di
radiografie e Tac, con immagini ad altissima risoluzione, al medico radiologo
che collabora a distanza con il tecnico. Nel caso del monitoraggio, questo
avviene in casa del paziente affetto da problemi cardiaci, con una soluzione
realizzata con Humanitas, L.i.f.e. ed Exprivia Italtel, oppure affetto da patologie respiratorie nel caso
del progetto di Politecnico di Milano
e Humanitas. In entrambi i casi, grazie all’internet delle cose, ovvero sensori
indossabili e ambientali, si crea un canale diretto tra il soggetto e la
struttura medica.

Una soluzione simile è impiegabile per monitorare, durante
l’allenamento degli atleti, i parametri fisiologici e i movimenti con la
trasmissione continua delle informazioni. Sul fronte del primissimo intervento
c’è poi l’ambulanza connessa, progetto
che vede in prima linea il San Raffaele, l’Areu
e il comitato di Milano della Croce
Rossa, in collaborazione con la multinazionale francese Altran. I paramedici a bordo
dell’ambulanza hi-tech sono in grado di monitorare lo stato del paziente e
conoscere la storia clinica degli infortunati, inviando sempre in tempo reale
ai medici i parametri vitali e i risultati dei primi esami fatti a bordo, come,
per esempio, un’ecografia a colori.

Redazione Nurse Times

Fonte: Il Sole 24 Ore

L’articolo I vantaggi della banda ultra-larga: eseguita la prima operazione di telechirurgia in 5G scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Napoli A.O. Dei Colli: avviso pubblico per infermieri pediatrici

Azienda Ospedaliera dei Colli: avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il reclutamento con rapporto di lavoro a tempo determinato di durata pari a mesi dodici di n. 5 unità di personale non dirigenziale con profilo professionale di collaboratore professionale sanitario – infermiere pediatrico, ctg. D, ruolo sanitario.

In esecuzione della deliberazione n. 485 del 19.07.2019, in conformità con la normativa legislativa e contrattuale in materia di lavoro a tempo determinato, è indetto, ai sensi del D.P.R. N. 220/2001 recante la disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del S.S.N. in combinato disposto con l’art. 36 D. Lgs.n. 165/2001 e l’art. 19 e ss. del D. Lgs. n. 81/2015 nonché con gli artt. 57 e 58 del CCNL comparto Sanità 2016/2018, in quanto compatibili, Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, per il reclutamento con rapporto di lavoro a tempo determinato di durata pari a mesi dodici di n. 05 unità di personale di comparto con profilo professionale di C.P.S. Infermiere Pediatrico, ctg. D, nelle more dell’espletamento del relativo Concorso Pubblico. Le modalità di presentazione delle domande, l’ammissione all’Avviso e le modalità di espletamento dello stesso sono disciplinate dalle vigenti disposizioni normative in materia, nonché dai CC.CC.NN.LL. comparto Sanità nel tempo vigenti e dalle vigenti disposizioni in materia di Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD). In conformità con l’art. 57 del D. Lgs. n. 165/2001, cui rinvia l’art. 6, co. 2, del DPR n. 220/01 è garantita parità la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro.

REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE

Possono partecipare al concorso coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti generali:

a) cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea, fatte salve le equiparazioni previste dalla vigente normativa in materia (art. 38 D. Lgs. n. 165/2001);

b) idoneità fisica all’impiego: l’accertamento dell’idoneità alla mansione specifica per la funzione richiesta dal posto messo a concorso, nel pieno rispetto delle norme in tema di categorie protette, sarà effettuato dall’Azienda Ospedaliera prima dell’immissione in servizio, in conformità con il D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.;

c) godimento dei diritti civili e politici: non possono accedere agli impieghi coloro che sono stati esclusi dall’elettorato politico attivo;

d) non essere stati dispensati dall’impiego presso una P.A. per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;

e) Laurea di I° livello in Infermieristica Pediatrica (classe SNT/1 Classe delle lauree nelle professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica), ovvero Diploma Universitario di Infermiere Pediatrico conseguito ai sensi dell’art. 6, comma 3 del decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e successive modificazioni, riconosciuto equipollente, ovvero titoli conseguiti in base alla precedente normativa riconosciuti equipollenti ai sensi del D.M. del 27/07/2000; ovvero

f) Laurea di I° livello in Infermieristica (classe SNT/1 Classe delle lauree nelle professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica), ovvero Diploma Universitario di Infermiere conseguito ai sensi dell’art. 6, comma 3 del decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e successive modificazioni, riconosciuto equipollente, ovvero titoli conseguiti in base alla precedente normativa riconosciuti equipollenti ai sensi del D.M. del 27/07/2000 unitamente ad esperienza almeno biennale maturata in UOC di Terapia Intensiva Neonatale presso AA.SS.LL./AA.OO. o in UU.OO.SS. di T.I.N. afferente ad U.O.C. di Pediatria presso AA.OO. e/o Universitarie;

g) Iscrizione all’Albo Professionale / Collegio per l’esercizio professionale; L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea, consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima.

Tutti i requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di ammissione.

DOMANDA DI AMMISSIONE

Nella domanda di ammissione, redatta e sottoscritta, senza l’autenticazione della firma, in carta semplice secondo l’allegato schema A, ed indirizzata al Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera Specialistica “Ospedali di Colli”, gli aspiranti dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità, pena l’esclusione dalla procedura selettiva, e consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR n. 445/2000 e s.m.i. in caso di falsità di atti e dichiarazioni mendaci:

1) cognome, nome, date e luogo di nascita, residenza;

2) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente ovvero la titolarità di una delle posizioni relative alla fattispecie della cittadinanza disciplinate dall’art. 38 del D. Lgs. n. 165/2001;

3) il Comune o Stato estero di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

4) le eventuali condanne penali riportate o l’esistenza di procedimenti penali pendenti (da dichiarare anche in caso negativo);

5) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

6) il possesso del titolo di studio previsto quale requisito specifico di ammissione, con l’indicazione della data, della sede e della denominazione completa degli Istituti presso i quali i titoli stessi sono stati conseguiti nonché, nel caso di conseguimento all’estero, degli estremi del riconoscimento in Italia, rilasciato dalle autorità competenti;

7) l’iscrizione all’Albo professionale / Collegio;

8) servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego ovvero di non aver mai prestato servizio presso PP.AA.;

9) gli eventuali titoli comprovanti il diritto di precedenza e preferenza di legge nella nomina previsti dall’art. 5 del DPR n. 487/94 e s.m.i.;

10) dichiarazione di immediata disponibilità all’assunzione a tempo pieno con espletamento della propria attività lavorativa a copertura dei turni H 24 nonché di quelli di pronta disponibilità, con contestuale impegno ad assumere servizio entro 15 giorni dalla convocazione per la sottoscrizione del contratto di lavoro;

11) autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti della vigente normativa in materia di protezione dei dati personali – D.Lgs. 196/03 e D. Lgs. n. 101/2018 (GDPR UE 2016/679);

12) l’indirizzo di posta elettronica certificata personale presso il quale deve essere fatta, ad ogni effetto, qualsiasi comunicazione necessaria inerente il presente Avviso, con contestuale indicazione anche di recapito telefonico;

13) accettazione senza riserve di tutte le prescrizioni e condizioni riportate nel presente bando. L’omissione, anche parziale, delle dichiarazioni succitate o la mancata sottoscrizione della domanda di partecipazione alla procedura, non autenticata ai sensi dell’art. 39 D.P.R. n. 445/2000, comportano l’esclusione dal concorso.

Il candidato portatore di handicap può specificare nella domanda di partecipazione, ai sensi dell’art. 20 della L. n. 104/1992, l’ausilio necessario per l’espletamento delle prove in relazione alla propria disabilità nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi. La domanda dovrà essere accompagnata da copia di valido documento di riconoscimento, pena l’esclusione dalla procedura.

PRESENTAZIONE E TERMINI DI SCADENZA DELLE DOMANDE

La domanda di ammissione e la documentazione ad essa allegata, redatte e sottoscritte, senza l’autenticazione della firma, in carta semplice secondo gli allegati schemi di riferimento (disponibili in formato word e scaricabili dal sito internet istituzionale dell’Azienda – www.ospedalideicolli.it – nella sezione Concorsi e Borse di studio successivamente all’avvenuta pubblicazione del presente bando sul competente B.U.R.C.) dovranno essere inviate al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Specialistica “Ospedali di Colli”, Via Leonardo Bianchi s.n.c., CAP 80131 Napoli, entro le ore 23:59 e 59’’ del 15° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania (B.U.R.C.), compresi i giorni festivi, pena l’esclusione.

Le domande di ammissione all’Avviso dovranno essere presentate esclusivamente, a pena di esclusione dalla procedura, per via telematica mediante l’utilizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale, alla seguente casella PEC: concorsi.aocolli@pec.it; la validità della trasmissione e ricezione del messaggio di posta elettronica certificata è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna.

Non saranno accolte istanze pervenute su altri indirizzi di posta elettronica certificata dell’Azienda, o mezzo servizio postale o con consegna a mano. A tal fine il candidato deve possedere obbligatoriamente, ed indicare un indirizzo univoco ed individuale di posta elettronica certificata (PEC) personale. La domanda di ammissione al concorso presentata deve essere comunque datata, firmata e scansionata in unico file in formato .pdf, pena l’esclusione.

L’invio dovrà avvenire a pena esclusione, in unica spedizione, con i seguenti allegati solo in formato .pdf:

domanda di partecipazione, redatta con utilizzazione schema A); dichiarazione sostitutiva di certificazione, schema Allegato B); dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, schema Allegato C); dichiarazione di immediata disponibilità all’assunzione a tempo pieno con espletamento della propria attività lavorativa a copertura dei turni H 24 nonché di quelli di pronta disponibilità, con contestuale impegno ad assumere servizio entro 15 giorni dalla convocazione per la sottoscrizione del contratto di lavoro, da rendere con l’ausilio dello schema Allegato D); dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante lo stato di servizio, schema Allegato E); dichiarazione di conformità all’originale di eventuali copie prodotte, schema Allegato F); dettagliato curriculum formativo e professionale, datato e sottoscritto, reso ai sensi del D.P.R. n. 445/2000; copia documento di identità in corso di validità fronte retro; ulteriori allegati (pubblicazioni etc.) La dimensione massima complessiva degli allegati non dovrà superare i (5) cinque MB. Nel caso in cui il candidato invii più volte la domanda con i relativi allegati richiesti dal presente bando, si terrà in considerazione solo quella trasmessa per ultima. L’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto. L’Amministrazione è autorizzata ad utilizzare per ogni comunicazione al candidato il rispettivo indirizzo PEC. L’utilizzo della P.E.C. è consentito solo da indirizzo di posta elettronica univoco ed individuale. Non sarà ritenuto valido l’invio di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale. Nell’oggetto della mail inviata tramite PEC dovrà essere indicato: Domanda di partecipazione all’AVVISO PUBBLICO, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL RECLUTAMENTO A TEMPO DETERMINATO DI n. 5 UNITA’ DI PERSONALE CON PROFILO DI COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO – INFERMIERE PEDIATRICO, CTG. D, PER LA DURATA DI MESI DODICI.

Non saranno, pertanto, ammessi quei candidati le cui domande perverranno oltre il termine di scadenza del succitato avviso del presente bando per qualsiasi motivo, non esclusi la forza maggiore od il fatto di terzi. L’Azienda declina ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato, ovvero da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato dallo stesso nella domanda, ancorché per eventuali disguidi tecnici e/o informatici non imputabili a colpa dell’Amministrazione.

Non saranno ammesse altre forme di produzione o di invio delle domande di partecipazione all’avviso oltre quella innanzi indicata, con conseguente esclusione delle istanze presentate con modalità diverse de quella prescritta dal presente bando. Il termine fissato per la presentazione delle domande di partecipazione è perentorio e l’eventuale riserva di invio successivo di documenti e titoli è privo di effetti sia di ammissione che di valutazione. La domanda di ammissione al concorso deve essere comunque datata e firmata, pena l’esclusione.

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Con riferimento alle modalità di produzione della documentazione e/o delle certificazioni da allegare alla domanda di partecipazione, si rende noto che, ai sensi dell’art. 15 della L. 12.11.2011 n. 183 e della successiva Direttiva del Ministero della P.A. e della semplificazione n. 61547 del 22.12.2011 in materia di decertificazione nei rapporti tra PP.AA. e privati, le Amministrazioni a decorrere dall’1.01.2012 non possono più richiedere né accettare certificati rilasciati da altre amministrazioni pubbliche attestanti stati, qualità personali e fatti, sostituiti tutti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall’atto di notorietà di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i. . Per effetto di quanto esposto, alla domanda di partecipazione alla procedura di mobilità di che trattasi, i concorrenti dovranno allegare, mediante dichiarazioni sostitutive di certificazione o atto di notorietà:

a) autocertificazione ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i. comprovante il possesso o meno di tutti i requisiti richiesti per l’ammissione (schema allegato B);

b) dettagliato curriculum formativo e professionale, datato e sottoscritto, reso ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i., dal quale si evincano le capacità professionali del candidato nello specifico profilo professionale con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, non avente comunque valore di autocertificazione delle dichiarazioni in esso contenute;

c) autocertificazione ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i. relativa ad ulteriori titoli che si ritiene opportuno presentare agli effetti della valutazione del merito, quali, a titolo esemplificativo, titoli di studio, appartenenza ad ordini professionali, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione e di aggiornamento (schema allegato B);

d) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i. per eventuali incarichi di borse di studio e/o libero professionali, attività di docenza conferiti da enti pubblici, con indicazione dell’Ente che ha conferito l’incarico, oggetto della docenza ed ore effettive di lezione svolte, partecipazione a corsi di formazione, congressi, convegni con indicazione dell’Ente che ha organizzato il corso, oggetto del corso, data di svolgimento, verifica finale o meno, conseguimento di crediti formativi o meno, partecipazione in qualità di uditore, docente o relatore, od ogni altro titolo di servizio e/o certificazione e/o documento che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito (schema allegato C);

e) documentazione, a norma di legge, comprovante eventuali titoli di precedenza o preferenza nella formazione della graduatoria in base a quanto stabilito dall’art. 5 del DPR 487/1994;

f) dichiarazione di immediata disponibilità all’assunzione a tempo pieno con espletamento della propria attività lavorativa a copertura dei turni H 24 nonché di quelli di pronta disponibilità, con contestuale impegno ad assumere servizio entro 15 giorni dalla convocazione per la sottoscrizione del contratto di lavoro, da rendere con l’ausilio dello schema Allegato D);

g) dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i. attestante lo stato di servizio storico con espressa indicazione, relativamente ai servizi prestati presso strutture pubbliche e/o private, della tipologia dell’Azienda o Ente, della natura del rapporto, della qualifica e/o profilo rivestito, delle Unità Operative nelle quali i servizi sono stati prestati, le date di inizio e fine dei relativi periodi di attività, eventuali interruzioni e motivi della cessazione, con la precisazione di esperienza almeno annuale nel profilo a concorso (schema allegato E);

h) pubblicazioni edite a stampa da presentare in originale oppure in copia, con dichiarazione di conformità all’originale (schema allegato F) avendo cura di evidenziare il proprio nome;

i) elenco dei documenti e titoli presentati, redatto in carta semplice, datato e firmato;

j) copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità fronte retro. Per effetto di quanto esposto, alla domanda di partecipazione all’Avviso i concorrenti, per le eventuali pubblicazioni, dovranno produrre in allegato copia dichiarata conforme all’originale pena l’esclusione dalla procedura di valutazione delle pubblicazioni stesse. Per i restanti requisiti, in luogo della documentazione, vale la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà o di certificazione secondo gli allegati fac simile. Tutti i titoli possono essere prodotti in copia conforme all’originale secondo le modalità alternative previste dall’art. 47 del DPR 445/2000, pena la non valutazione di tali titoli.

La documentazione presentata in lingua straniera deve essere corredata da certificato, in originale o fotocopia autenticata, con le modalità previste dalla legge, riportante la traduzione in lingua italiana. È fatto divieto di fare riferimento ad eventuali documenti già in possesso di questa Azienda i quali non saranno valutativi fini della valutazione inerente il presente bando. Qualora l’autocertificazione non sia redatta nei termini sopra indicati, la stessa non avrà alcun effetto ai fini della valutazione.

Laddove la documentazione occorrente per la partecipazione all’Avviso non sia stata prodotta secondo le specifiche modalità richieste la stessa non sarà presa in considerazione, con ogni e conseguente effetto di legge. L’Amministrazione procederà a idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese, con conseguente decadenza dai benefici conseguiti, in caso di non veridicità del contenuto delle stesse, ed applicazione delle sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.

Pubblicato sul B.U.R. Campania n. 58 del 7 Ottobre 2019, scade il 22 ottobre 2019.

Redazione Nurse Times

Allegato

A.O.-DEI-COLLI-AVVISO-PUBBLICO-InfermieriDownload
L’articolo Napoli A.O. Dei Colli: avviso pubblico per infermieri pediatrici scritto da Marianna Di Benedetto è online su Nurse Times.