Focus on: responsabilità professionale e ruolo dell’infermiere specialista di sala operatoria

Il rinnovato consiglio regionale AICO Marche, Abruzzo Umbria e Molise, intende presentare un evento formativo sulla responsabilità professionale e sul ruolo dell’infermiere specialista di sala operatoria

Si terrà il 5 ottobre a Grottamare, in provincia di Ascoli Piceno, il congresso regionale AICO (Associazione Italiana di Infermieri di Camera Operatoria).

Una delle grandi risorse che la professione infermieristica possiede è l’associazionismo. AICO Marche, Abruzzo, Umbria e Molise, in collaborazione con AADI nazionale, ha deciso di affrontare la tematica centrale e molto sentita del ruolo dell’infermiere specialista di sala operatoria, alla luce delle recenti evoluzioni legislative, che ci vedono sempre più coinvolti nella gestione dell’autonomia professionale con conseguente evoluzione della responsabilità professionale.

Sappiamo bene come la crescita professionale e le competenze avanzate, dal
punto di vista legislativo, quindi sulla carta, siano definite; tuttavia manca
l’attuazione ed il riconoscimento dei percorsi formativi e la parte economica
risulta estremamente sbilanciata verso il basso. Obiettivo di questo evento
formativo è quello di fornire ulteriore consapevolezza rispetto a queste
tematiche e strumenti che ci consentano di operare in piena sicurezza rispetto
al complesso ruolo che l’infermiere di sala operatoria è chiamato a ricoprire.

Numerose sono le criticità che riscontriamo quotidianamente, nel nostro
operato, seppur il livello di preparazione della nostra comunità sia sempre in
crescita. Ci auguriamo che il gap esistente tra ciò che risulta sancito per
legge e le dinamiche in atto presso le strutture in cui operano i
professionisti sia colmato quanto più velocemente possibile.

Esso va colmato in maniera bidirezionale ed una grande fetta di
responsabilità è appannaggio della nostra comunità di Infemieri specialisti di
sala operatoria. Occorre apportare quel valore aggiunto che i professionisti
seri dovrebbero sempre tenere presente ed utilizzare come cavallo di battaglia:
la conoscenza attuata attraverso la ricerca, lo studio, la formazione continua
ed il conseguente innalzamento del livello della qualità del proprio bagaglio
culturale.

E’ questo lo spirito con il quale costruiamo eventi come questo, nella
speranza di stimolare quanto più possibile il bisogno di conoscenza attraverso
il quale realizzare il cambiamento.

Si rende noto che l’Opi Teramo mette a disposizione 15 posti gratuiti. Scarica il programma e la scheda d’iscrizione in allegato.

Redazione Nurse Times

Allegati

Programma aico 2019

scheda iscrizione
L’articolo Focus on: responsabilità professionale e ruolo dell’infermiere specialista di sala operatoria scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Nasce la Società Italiana Infermieri di Emergenza Territoriale

Il 23 Settembre 2019 nasce la Società Italiana Infermieri di Emergenza Territoriale (SIIET).

È un progetto che origina da una esperienza di aggregazione professionale, nata e sviluppatasi in Toscana negli anni scorsi, ma che prende il via con presupposti del tutto nuovi.

“Non abbiamo voluto limitare l’esperienza alla sola Toscana” – dice il neo Presidente, Roberto Romano, già consigliere OPI di Firenze e Pistoia e infermiere operante nel 118 di Firenze.

“Abbiamo voluto pensare in termini di rete, aggregando professionisti da tutta Italia, così da costituire nuclei regionali che possano produrre materiale scientifico, inerente l’area emergenza urgenza territoriale e, nel contempo, divenire un vero e proprio riferimento tecnico professionale per Ordini, sindacati, parti politiche regionali. La varianza presente nel sistema di emergenza, tra le regioni e all’interno delle stesse, deve essere gestita e, per quanto possibile, ridotta. Questo per il bene dei cittadini e degli operatori. Riteniamo che SIIET, con la propria voce e con il proprio lavoro, potrà dare un apporto fondamentale per il raggiungimento di questo obbiettivo e per portare la voce degli infermieri che operano in quest’area dove serve.”.

Ma SIIET sarà anche attività formativa specifica per i propri iscritti, servizi a loro dedicati, oltre che, come già detto, fonte di produzione scientifica.

Il nuovo direttivo, che rimarrà in carica tre anni, ratificato da una trentina di soci fondatori provenienti da varie regioni d’Italia, è composto da Roberto Romano (Presidente), Andrea Andreucci (Vicepresidente), Francesca Marfella (Segretaria), Nicola Colamaria (Tesoriere), Monica Cirotto (Consigliere), Anna Biasin (Consigliere), Roberta Sassu (Consigliere).

Nei prossimi giorni, appena tutto sarà pronto, la società aprirà i canali di iscrizione attraverso il proprio sito internet (www.siiet.it).

“Speriamo di poter contare velocemente su un importante numero di colleghi che abbiano voglia di dare un po’ del loro tempo alla Società, cosi da poter far partire i nuclei regionali velocemente e con essi, e attraverso il comitato scientifico che formeremo nei prossimi giorni con le adesioni che già abbiamo, iniziare a lavorare sugli obbiettivi che ci stiamo dando.” – dice ancora Romano – “Crediamo davvero che ci fosse bisogno di questo progetto e la risposta, bellissima, che i colleghi, da molte parti d’Italia, ci stanno dando credo che ci darà ragione.”.

Redazione Nurse Times
L’articolo Nasce la Società Italiana Infermieri di Emergenza Territoriale scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.