Puglia, pronto il piano del fabbisogno “Servono 5mila assunzioni tra infermieri medici e Oss”

Le sanità pugliese lancia l’allarme “Servono 5mila assunzioni”, ora tocca a Regione e Governo
Pronto il piano del fabbisogno, nei prossimi mesi serviranno 1.500 medici, 300 infermieri e 3mila operatori socio-sanitari
Il Dipartimento regionale della Salute, guidato dal dott. Vito Montanaro a giorni, trasmetterà ai ministeri della Salute e dell’Economia il nuovo piano assunzioni.
Nei giorni scorsi Asl, aziende ospedaliere e Irccs hanno inviato alla regione i singoli fabbisogni.
Il dipartimento ha elaborato i dati e preparato una relazione finale che, dopo il nullaosta della giunta Emiliano, verrà spedita a Roma. 5mila assunzioni, ma in realtà, se venissero prese in esame le dotazioni organiche, le assunzioni da effettuare risulterebbero molte di più. Se dai ministeri arriverà il via libera – in Dipartimento c’è cauto ottimismo – la Puglia potrà iniziare a contrattualizzare subito, attingendo dalle graduatorie già disponibili.
Laddove, invece, non dovessero esserci già elenchi dai quali andare a pescare, le Asl saranno chiamate ad indire nuovi bandi di concorso. Ovviamente, l’obiettivo è spingere sull’acceleratore quanto più possibile, molte strutture sono in difficoltà e la medicina territoriale richiede immediato potenziamento.
Però i direttori generali devono fare i conti con una difficoltà oggettiva: reperire sul mercato alcune figure, soprattutto medici specialisti.
A Roma, nelle prossime settimane, si giocheranno altre due partite fondamentali: la contrattazione per l’uscita dal piano di rientro e l’accordo sul nuovo Patto per la Salute.
Giovedì, c’è stato un primo passo su quest’ultimo punto, le Regioni hanno trovato l’intesa per il riparto del fondo sanitario 2019: alla Puglia sono destinati circa 57 milioni di euro in più rispetto al 2018, ma resta un grosso punto interrogativo sul futuro.
Nella bozza del Patto per la salute inviata dal ministero alle Regioni, alla voce finanziamenti, è stata introdotta la clausola che evidenzia come le risorse definite nell’ultima manovra – 2 miliardi in più per il 2020 e 1,5 miliardi per il 2021 – sono confermate “salvo eventuali modifiche che si rendessero necessarie in relazione al conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica e variazioni del quadro macroeconomico”.
In sostanza, le maggiori risorse non sono garantite, tutto dipenderà dall’andamento economico e finanziario del Paese.
Con la procedura d’infrazione alle porte da parte dell’Unione europea, la clausola non fa dormire sonni tranquilli, un problema comune ad altre regioni italiane.
In Puglia è partita la mobilitazione per evitare che il fondo nazionale possa essere decurtato. Il ministro della Salute, Giulia Grillo ha preso le distanze dalla “clausola” inserita nel Patto per la salute, scaricando la colpa sul ministero dell’Economia.
“Quella clausola – chiosa il ministro Grillo – è politicamente irricevibile ed non viene dal ministero della Salute ma è stata inserita per espressa richiesta degli uffici del ministero dell’Economia”.
Minacciando le dimissioni “Io non parteciperò all’ennesima mannaia sulla sanità pubblica. Sulla sanità più di quello che si è tagliato non è possibile. L’incremento che è stato previsto nella scorsa legge di bilancio è il minimo sindacale per tenerla in piedi. Ancora dobbiamo rinnovare il contratto degli operatori della sanità: questo settore va mantenuto in piedi grazie alla gente che ci lavora. Se cominciamo a tagliare tutto, i soldi per fare le cose dove li troviamo? I soldi per comprare i farmaci dove li troviamo? Spendiamo molto meno di altri Paesi quindi non possiamo ridurre ancora di più questa spesa” conclude la Ministra.
 
Redazione NurseTimes
L’articolo Puglia, pronto il piano del fabbisogno “Servono 5mila assunzioni tra infermieri medici e Oss” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Piacenza, San Giovanni, ASP Azalea: concorso pubblico per infermieri

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di cinque posti di infermiere, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato
E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di cinque posti di infermiere, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato. Il bando integrale di concorso è pubblicato sul sito web aziendale www.aspazalea.it sezione «Bandi di concorso».
Le domande di partecipazione dovranno essere trasmesse, con le modalità previste nel bando stesso, entro trenta giorni decorrenti da quello successivo alla pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».
Per la partecipazione al concorso è previsto il versamento, non rimborsabile, di un contributo di 10,00 (dieci/00) euro tramite versamento con bonifico bancario sul conto corrente di tesoreria presso la Banca Popolare di Sondrio – Agenzia di Castel San Giovanni (PC) Codice IBAN IT 57 P 05696 65260 0000 5000 0X77 intestato ad ASP AZALEA – Servizio Tesoreria. Causale: Tassa concorso Infermiere 2019. Copia della ricevuta di versamento dovrà essere allegata nella procedura on-line.
Pubblicato sulla GU n.45 del 07-06-2019. Scade il 7 luglio 2019.
 
Redazione NurseTimes
 
Allegati
Bando concorso infermiere
determinazione 85/2019
Metodo di selezione
 
 
L’articolo Piacenza, San Giovanni, ASP Azalea: concorso pubblico per infermieri scritto da Marianna Di Benedetto è online su Nurse Times.

“Sono il vostro giornalaio ed ho l’autismo, vi chiedo di essere pazienti”. L’edicola di Roberto conquista i clienti

Sono il vostro giornalaio e sono autistico”: a Napoli l’edicola di Roberto conquista i clienti
Il giovane lavora con i genitori da un mese. Con un cartello avvisa delle sue difficoltà e suggerisce ai passanti come relazionarsi con lui

“Buongiorno, mi chiamo Roberto e sono il vostro giornalaio. Ho l’autismo, vi chiedo di essere pazienti”. Quest’avviso è comparso davanti all’edicola del quartiere Soccavo a Napoli. A scriverlo, Roberto, un ragazzo autistico di vent’anni, che da un mese vende i giornali insieme ai genitori. Sono stati proprio loro ad avere l’idea di avvisare con un cartello i clienti: infatti Roberto soffre di un autismo relazionale, quindi chi lo vede non sospetterebbe mai delle sue difficoltà.

I genitori del giovane sperano che il lavoro possa servire a Roberto per conquistarsi una sua autonomia. Gli stessi specialisti che seguono il ragazzo hanno sostenuto il progetto portato avanti dalla famiglia. Ma questa edicola può anche essere un esempio per la comunità: “Spero che serva a far capire alle persone che vivere insieme si può, basta predisporsi all’ascolto” chiarisce il padre di Roberto a Il Mattino.

Redazione Nurse Times

Fonte: TgCom24
L’articolo “Sono il vostro giornalaio ed ho l’autismo, vi chiedo di essere pazienti”. L’edicola di Roberto conquista i clienti scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Ambulanza del 118 sabotata a Napoli: svitati 5 bulloni di una delle ruote anteriori

«Sabotaggio dell’ambulanza». È questo l’allarme lanciato dall’equipe del 118 di turno nella postazione Pianura, messa a rischio dai bulloni svitati di una ruota. Dalla denuncia dell’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate” che ha reso pubblico quanto accaduto, sembra che questa notte, ignoti abbiano allentato i 5 bulloni di una ruota anteriore del mezzo di emergenza, parcheggiato in via Giorgio de Grassi, come previsto dal l’allestimento delle postazioni su Napoli.
Ad accorgersi dell’anomalia, sono stati i sanitari dell’equipaggio che è montato di turno questa mattina, chiamato per un intervento in codice rosso. Durante la corsa per arrivare a soccorrere il paziente, il personale del 118 ha avvertito uno strano rumore e si è accorto che il veicolo  risultava instabile e poco gestibile alla guida.
L’ambulanza della Bourelly seppure nuova e utilizzata da meno di un anno, è stata portata in un’officina meccanica subito dopo aver concluso i soccorsi e l’ipotesi più probabile secondo i meccanici, è stata di sabotaggio dal momento che risultavano svitati ma non estratti, i 5 bulloni di una ruota anteriore.
«L’episodio verrà denunciato alle forze dell’ordine e non va sottovalutato dal momento che ha messo a rischio l’incolumità dell’equipaggio, dei pazienti e di altri automobilisti–scrivono medici e infermieri dell’associazione – a Pianura siamo al terzo attacco contro il veicolo se pensiamo che circa un anno fa, furono lanciati ortaggi contro il tetto del mezzo e a Capodanno invece, l’ambulanza fu bersaglio di numerosi petardi».
La sicurezza del mezzo è stata ripristinata in mattinata senza rallentare l’attività della postazione di Pianura.
Redazione Nurse Times
Fonte: Il Mattino
 
L’articolo Ambulanza del 118 sabotata a Napoli: svitati 5 bulloni di una delle ruote anteriori scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Bologna: intitolato un giardino a Florence Nightingale, fondatrice del nursing moderno

Bologna: intitolato un giardino a Florence Nightingale, fondatrice del nursing moderno

È stato intitolato a Florence Nightingale, fondatrice dell’assistenza infermieristica moderna, il giardino sito in via delle Armi a Bologna.

Si è svolta questa mattina alle ore 11 la cerimonia di intitolazione alla presenza di: Virginia Gieri, assessora alla Casa, Emergenza abitativa e Lavori pubblici; Marzia Benassi, Presidente del Quartiere Savena; Pietro Giurdanella, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Bologna.
Tale riconoscimento rientra in un progetto di toponomastica femminile nato nel 2018 grazie al Comune di Bologna, che si è posto come obiettivo quello di valorizzare i talenti e le conoscenze delle donne.
Simone Gussoni
L’articolo Bologna: intitolato un giardino a Florence Nightingale, fondatrice del nursing moderno scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.